La “crescita biologica” e la trasformazione urbana

(foto di Yong Ha Kim)

Biological Growth, di  Yong Ha Kim è un che progetto prevede l’uso dei principi biologici di crescita intesa come continua trasformazione che attraverso la ripetizione dei processi fondamentali in essa coinvolti conduce al miglioramento ed all’evoluzione del sistema costruito.

Fasi di “rottura” degli schemi volumetrici tipici dell’architettura contemporanea (foto di Yong Ha Kim)

Questi processi ripetuti nel tempo costituiscono un metabolismo, sistema basilare nelle creature viventi grazie a cui esse trovano un proprio equilibrio biologico. Il metabolismo diviene dunque l’elemento fondamentale per la possibilità di un’architettura basata sulla crescita biologica.

La stazione di Los Angeles ideata da Yong Ha Kim nel suo progetto di tesi (foto di Yong Ha Kim)

Ciò avverrebbe attraverso il ciclo che prevede la stimolazione del sistema, il raggruppamento, la combinazione, la crescita, l’efficienza ed il flusso. L’autore, ispirandosi a questo ciclo naturale, immagina una nuova infrastruttura per la stazione di Los Angeles ideata come un giardino tridimensionale.

Le strutture si rifanno alla crescita degli elementi naturali (foto di Yong Ha Kim)

La costruzione fonda il proprio principio compositivo nel concetto di mega-struttura connessa a quello di crescita biologica ed organica dello spazio urbano. Per realizzare strutture dalle geometrie complicate, le escrescenze biologiche funzionano come elementi catalizzatori: essi comportano uno stimolo ripetuto nel processo di costruzione-crescita, conducendo dalla particella alla linea, dalla linea alla superficie ed ancora viceversa in una sequenza assimilata alla crescita biologica naturale.

Vista aerea dell’inserimento urbano (foto di Yong Ha Kim)

Queste transizioni morfologiche sono concepite per divenire una realtà capace di determinare molteplici effetti materici del mondo fisico, realizzando quindi strutture la cui conoscibilità risulta molteplice nelle fasi della crescita. Il processo biologico potrebbe quindi essere adottato e utilizzato nell’architettura come modello di studio per giungere alla sua riproducibilità attraverso i suoi passaggi e le sue dinamiche fondamentali, determinando così nuovi spazi.

Particolare della proposta nel modello di studio (foto di Yong Ha Kim)

Il progetto Biological Growth è stato presentato come progetto di tesi di master presso l’Università del Southern California Institute of Architecture e Yong Ha Kim ha ricevuto, per questo suo lavoro, il premio “Merit Graduate Thesis Award”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here