La Dulwich Residence: due volumi per una nuova abitazione

La Dulwich Residece dopo l'ampliamento (foto di Adrien Williams)
La Dulwich Residence dopo l’ampliamento (foto di Adrien Williams)

I clienti dello studio _naturehumaine architecture design, che ha realizzato il progetto per la Dulwich Residence, avevano bisogno di nuovo spazio nella loro storica casa del 1920.

Il nuovo volume dell'abitazione (foto di Adrien Williams)
Il nuovo volume dell’abitazione (foto di Adrien Williams)

Situata su un grande terreno della costa meridionale di Montreal, la Dulwich Residecne è stata, appunto, ampliata secondo le richieste dei proprietari: un interno contemporaneo in armonia con lo spazio dell’abitazione esistente e, più in generale, un’architettura che evidenziasse il mattone strutturale della struttura storica.

La casa circondata dal giardino (foto di Adrien Williams)
La casa circondata dal giardino (foto di Adrien Williams)

La casa esistente, dove la sala dell’ingresso e il soggiorno componevano il piano terra e l’area dedicata ai bambini era situata al secondo piano, è stata riorganizzata per meglio soddisfare le esigenze dei clienti.

Vista del soggiorno (foto di Adrien Williams)
Vista del soggiorno (foto di Adrien Williams)

Il progetto è stata composto attraverso l’annessione di due volumi: a quello esistente in mattoni è stato accostato il nuovo, ricongiunto attraverso uno spazio di connessione in cui si situa la circolazione verticale dell’intera casa, luogo dei percorsi sottolineato in facciata da una fascia verticale di vetri trasparenti.

Il nuovo ambito della cucina aperto verso il piano superiore (foto di Adrien Williams)
Il nuovo ambito della cucina aperto verso il piano superiore (foto di Adrien Williams)

Ambiti a doppia altezza mantengono l’atmosfera accogliente della casa e collegano le aree comuni del piano terra con gli spazi più privati ​​del secondo piano.

Il primo piano si affaccia sia all'esterno che verso il soggiorno al piano terra (foto di Adrien Williams)
Il primo piano si affaccia sia all’esterno che verso il soggiorno al piano terra (foto di Adrien Williams)

L’ampliamento è composto da una muratura in mattoni facciavista che costituisce il basamento della casa, divenendo il supporto per il corpo architettonico rivestito in acciaio e realizzato a sbalzo, verso l’esterno del cortile.

Lo studio e area giochi al primo piano (foto di Adrien Williams)
Lo studio e area giochi al primo piano (foto di Adrien Williams)

Proprio in questa parte a sbalzo, dove una grande finestra incornicia il fogliame, è stato realizzato uno spazio per il relax orientato verso il giardino, dedicato al gioco dei bambini, e collegato visivamente con gli ambiti della cucina e la zona pranzo al piano terra grazie ad un vuoto a doppia altezza che attraversa, qui, l’abitazione.

Spaccato assonometrico e diagramma funzionale della casa (foto di _naturehumaine)
Spaccato assonometrico e diagramma funzionale della casa (foto di _naturehumaine)

Il nuovo volume, inoltre, è costruito su di un piano interrato, visibile dall’accesso esterno poiché circondato da una piccola area in scavo, utile a distribuire luce ed aria al livello inferiore.

Sezione longitudinale (foto di _naturehumaine)
Sezione longitudinale (foto di _naturehumaine)

Infine, nell’accesso principale della casa, proprio in contrasto con l’ambito interrato, è stato realizzato un terrazzo in legno che connette all’esterno il volume dell’abitazione esistente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO