La Dutch Windwheel di Rotterdam

Visualizazione notturna della struttura nel porto di Rotterdam (foto di Dutch Windwheel Corporation)
Visualizazione notturna della struttura nel porto di Rotterdam (foto di Dutch Windwheel Corporation)

Il progetto Dutch Windwheel è un’iniziativa della Dutch Windwheel Corporation, un consorzio di aziende con sede a Rotterdam che, per la realizzazione di questa futuristica architettura ha già formato un’alleanza di sinergie tra sviluppatori, investitori, istituti di ricerca, operatori, enti governativi, aziende energetiche ed organizzazioni di marketing. Il progetto proposto è un esempio di architettura contemporanea che consiste in una composizione i due anelli tridimensionali, formati da strutture in acciaio e vetro, le cui fondazioni sono situate sott’acqua.

Visualizazione del Dutch Windwheel, a Rotterdam (foto di Dutch Windwheel Corporation)
Visualizazione del Dutch Windwheel, a Rotterdam (foto di Dutch Windwheel Corporation)

L’architettura appare, quindi, come un elemento fluttuante e dal grande impatto visivo, ideata quale “attrazione della capitale architettonica dei Paesi Bassi, la città portuale di Rotterdam”, essa mira a divenire il punto di riferimento per la città, modificandone significativamente l’orizzonte.

Viste fronte-retro dell'architettura (foto di Dutch Windwheel Corporation)
Viste fronte-retro dell’architettura (foto di Dutch Windwheel Corporation)

La costruzione della struttura non intende essere, però, semplicemente un’immagine, ma si incarica di realizzare anche numerose funzioni. La principale sarà dare spazio a una serie di abitazioni situate nell’arco esterno del complesso: questo è ideato come elemento mobile, poggiato su di un sistema di binari che ne permetteranno la rotazione.

Schema del funzionamento energetico (foto di Dutch Windwheel Corporation)
Schema del funzionamento energetico (foto di Dutch Windwheel Corporation)

L’anello interno realizzerà, invece, con il proprio involucro, un innovativo mulino a vento; mentre al suo interno troveranno spazio un ristorante panoramico, la hall del complesso ed un hotel, oltre ad appartamenti e spazi commerciali situati ai livelli inferiori. Una delle innovazioni che si vogliono sviluppare nel progetto è, appunto, la tecnologia Ewicon – Electrostatic Wind Energy Converter: questa è stata ideata, nel contesto di un programma di governo per l’innovazione, da un consorzio di cui fanno parte la Tu Delft e la Wageningen University.

Schema relativo alla sostenibilità idrica (foto di Dutch Windwheel Corporation)
Schema relativo alla sostenibilità idrica (foto di Dutch Windwheel Corporation)

La tecnologia consiste in una turbina eolica pionieristica che converte l’energia del vento in energia elettrica solo attraverso una struttura di tubi d’acciaio, priva di parti meccaniche in movimento. Ciò, per consentire una minima usura, minori costi di manutenzione, nessun rumore e alcuna ombra proiettata sull’intorno. Il progetto del Dutch Windwheel sarebbe quindi il più innovativo ‘mulino’ al mondo. Infine, la struttura è stata progettata per un eventuale smontaggio e il successivo riutilizzo, scegliendo i materiali provenienti dalla regione di Rotterdam, ma soprattutto dall’industria siderurgica-portuale circostante l’area prevista per la costruzione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here