La gemma del Mar Morto

 

Foto di Sitbon Architects

Sitbon Architectes ha vinto il primo premio come “miglior progetto non costruito”, nonché come “progetto vincitore per scelta popolare” del concorso internazionale Az Awards 2013 con la proposta di un centro ricreativo nel Mar Morto dal titolo “Cristal, la gemma del Mar Morto”.

Foto di Sitbon Architects

Il progetto, profondamente in relazione con la natura del sito, ha uno sviluppo scultoreo, ispirato alla struttura del cubo di sale, simbolo del Mar Morto. Spiegano gli architetti: «il centro sorge in un’area ove la natura mostra tutta la sua fragilità, il nivel del Mar Morto, il punto più basso della terra emersa, che scende di un metro all’anno ed è destinato a scomparire nel 2050».

Foto di Sitbon Architects

Gli spazi sono organizzati attorno a un nucleo di cristallo: il piano terra si propone come piattaforma per le relazioni sociali e le attività sportive; il primo piano, accessibile solo tramite scale, offre un punto privilegiato per l’osservazione del cielo e delle montagne.

Pianta del piano terra e programma funzionale (foto di Sitbon Architects)

La struttura prefabbricata consente di montare l’intero edificio in soli sei giorni, durante i quali vengono prima montati gli stipiti telescopici in metallo, successivamente ricoperti di sale fino a raggiungere una tonalità di bianco incontaminato.

Concept del progetto (foto di Sitbon Architects)
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO