La North Station Køge di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi

Vista notturna del ponte illuminato e della città di Køge (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Vista notturna del ponte illuminato e della città di Køge (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)

Sono Cobe, Dissing + Weitling e Cowi i vincitori del concorso internazionale North Station Køge. Il progetto, che farà dell’area un centro nevralgico di traffico per Copenaghen, prevedendo un lungo ponte pedonale, una stazione e un parcheggio di interscambio (questi ultimi occuperanno una superficie di circa 32mila metri quadrati), sarà completato nel 2018.

Le strutture del ponte e il rivestimento in acciaio consentono una relazione armoniosa con il paesaggio circostante (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Le strutture del ponte e il rivestimento in acciaio consentono una relazione armoniosa con il paesaggio circostante (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)

L’elemento principale del progetto è un ponte che unisce l’autostrada più trafficata della Danimarca con la locale linea ferroviaria esistente e quella a doppio binario previsto per i treni ad alta velocità. Il ponte sarà un nuovo gateway a Copenaghen per le 90mila persone che fruiscono quotidianamente l’area, ma rappresenta anche un passo significativo sul pendolarismo per gli attesi 8mila utenti giornalieri della Stazione Nord Køge.

Il rivestimento interno in legno crea un ambiente caldo e confortevole da cui si può, attraverso le ampie vetrate della facciata a nord, godere del paesaggio circostante (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Il rivestimento interno in legno crea un ambiente caldo e confortevole da cui si può, attraverso le ampie vetrate della facciata a nord, godere del paesaggio circostante (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Dan Stubbergaard, fondatore e direttore creativo di Cobe (foto di Cobe)
Dan Stubbergaard, fondatore e direttore creativo di Cobe (foto di Cobe)

«Abbiamo progettato un simbolo dello sviluppo che sta interessando la città di Koge, uno sviluppo caratterizzato da innovazione, spirito pionieristico e audacia. Questo sviluppo si riflettere e si materializza con il ponte e l’area circostante che, oltre ad essere un importante nodo di traffico della regione, sarà anche un punto di riferimento distintivo per la zona e il simbolo della volontà della Danimarca di lottare per un futuro sostenibile» dice Dan Stubbergaard, fondatore e direttore creativo di Cobe.

Le teste del ponte sono vetrati, mentre lungo tutto il lato chiuso sono realizzate delle panchine in legno (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Le teste del ponte sono vetrati, mentre lungo tutto il lato chiuso sono realizzate delle panchine in legno (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)

Il ponte pedonale sarà lungo 225 metri ed è caratterizzato a sud da una facciata chiusa, mentre sul lato nord offre una vista panoramica a 180 gradi sul paesaggio che si potrà godere stando anche comodamente seduti sulle panchine realizzate lungo la parete esposta a sud.

Planimetria (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Planimetria (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)

«Quello della Stazione Nord Køge è un progetto molto particolare, sia in termini di architettura sia di ingegneria. La stazione sarà parte della vita quotidiana di molte persone. Nel nostro lavoro ci siamo concentrati sul flusso attraverso l’autostrada. La differenza tra il lato aperto a nord e il lato chiuso a sud è stata studiata per consentire la vista ma anche l’intimità, il movimento e il riposo, e contribuisce all esperienza, l’atmosfera e la gioia di viaggiare» dice Steen Savery Trojaborg, partner e amministratore delegato dello studio Dissing + Weitling.

Prospetto e sezione longitudinale (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Prospetto e sezione longitudinale (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)

Rivestito all’interno con lamelle di legno, il ponte pedonale diventa una zona calda e accogliente, concedendo ai pendolari una particolare esperienza tattile. All’esterno il ponte è coperto con piastre d’acciaio che aggiungono profondità alla facciata e si relazionano armoniosamente con i materiali utilizzati nel sistema infrastrutturale circostante.

Pianta dell’intervento (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)
Pianta dell’intervento (foto di Cobe, Dissing + Weitling e Cowi)

«Il ponte pedonale è una costruzione in acciaio elegante, semplice e lunga 225 metri con una sovrastruttura leggera. Il ponte deve essere costruito in un breve periodo di tempo, durante l’inverno 2016/2017. Per questo abbiamo scelto di realizzarlo con elementi prefabbricati di acciaio che possono essere trasportati direttamente al cantiere» dice Jens Sandager Jensen, vice presidente, Bridges Scandinavia a Cowi.

Francesca Malerba

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO