La nuova Atlantide

La Città nell’Oceano è uno degli esiti più spettacolari e convincenti della ricerca di Jacques Rougerie. Questo albergo di altissimo livello accoglie no tutte le attrezzature collettive per lo svago, il relax e l’intrattenimento, in grado di renderlo una vera e propria meta turistica per tutti coloro che vogliono conoscere il mare sotto tutti i punti di vista, promuovendo al contempo il rispetto per il mondo acquatico e la conservazione delle sue risorse naturali.

Situato lungo la costa dell’emirato arabo di Abu Dhabi e collegato alla terraferma da un ponte, l’avveniristico resort è formato da una enorme piattaforma circolare che emerge dal fondo marino, sorta di atollo artificiale circondato da lagune artificiali e approdi per natanti da diporto sopra il quale si elevano tre colossali torri a forma di vela.

 

La connotazione urbana è offerta dall’ampio spettro di funzioni e attività presenti: oltre alle camere e alla suites, in parte ubicate nelle torri, in parte ospitate sott’acqua e dotate di suggestive vetrate aperte sul paesaggio marino, sono presenti un giardino tropicale e un acquario, aree commerciali e per uffici, discoteca, teatro e museo, spa e attrezzature sportive, lagune artificiali per la balneazione, ristoranti, spazi congressuali e, al centro dell’atollo, un’arena acquatica con zone protette per le immersioni.

 

Il progetto si configura come uno scenografico luogo d’incontro fa due mondi, quello terrestre e quello acquatico, sul quale attestare le attività escursionistiche in mare aperto, alla scoperta degli enormi patrimoni naturalistici del Golfo Persico, e nell’entroterra desertico, ricco di panorami suggestivi.

    

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here