La Sunshine Canyon Residence di Tha Architecture

Vista della Sunshine Canyon Residence in Colorado (foto di Jeremy Bittermann)

Nel settembre 2010, l’incendio “Fourmile Canyon” è divampato in Colorado distruggendo 169 abitazioni, tra cui quella di Evan Fry, direttore creativo-pubblicitario.

La villa è realizzata in un’area isolata del canyon (foto di Jeremy Bittermann)

Grazie alla perseveranza della famiglia Fry, tre anni dopo l’incendio, una nuova abitazione chiamata “Sunshine Canyon Residence” è stata realizzata su progetto dello studio Tha Architecture.

Vista dal basso della casa, rialzata da terra tramite sottili colonne (foto di Jeremy Bittermann)

La casa è collocata su sottili colonne in acciaio ed è stata rivestita da pannelli metallici ondulati, resistenti al fuoco, che stanno rapidamente assumendo una patina protettiva dovuta all’ossidazione: l’edificio sta divenendo, così, esteticamente simile a una vecchia baracca mineraria d’acciaio.

L’abitazione è stata realizzata a seguito dell’incendio “Fourmile Canyon” del 2010 (foto di Jeremy Bittermann)

Le caratteristiche degli impianti fanno dell’architettura un’abitazione passiva: il riscaldamento geotermico insieme al sistema di raffrescamento sono integrati a un pannello solare, permettendo la completa autosufficienza energetica.

Alcuni spazi esterni di connessione, coperti dalle strutture metalliche (foto di Jeremy Bittermann)

Le finestre sono realizzate per resistere a venti di 217 chilometri l’ora, che possono soffiare in modo molto forte sul crinale isolato in cui è situata l’abitazione.

La casa inquadra le viste verso il paesaggio (foto di Jeremy Bittermann)

Le viste panoramiche, però, regalano l’immagine di un paesaggio in continua evoluzione e rinascita, offrendo una caratteristica fondamentale all’abitazione, articolata secondo linee orizzontali che inquadrano le viste sul canyon.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here