La Taide House portoghese di Rui Vieira Oliveira + Vasco Manuel Fernandes

[metaslider id=33782]
Una vecchia casa di campagna riqualificata seguendo le caratteristiche tipologiche dell’architettura popolare. La Taide House è il risultato del progetto di Rui Vieira Oliveira + Vasco Manuel Fernandes ed è situata nel nord del Portogallo, in un piccolo villaggio da cui prende il nome.
Nelle intenzioni del cliente il progetto sarebbe dovuto rimanere semplice e realizzare uno spazio di cui godere facilmente, ambienti essenziali in cui era prevista la possibilità di nascondere alla vista l’ambito della cucina.
La proposta degli architetti è stata, quindi, intesa a definire uno spazio abitativo in dialogo con l’ambiente circostante e, pur volendo apportare alcune trasformazioni contemporanee per la casa, non si è mai voluto interrompere il suo legame con il passato.

La Taide House (foto di Fernando Guerra)
La Taide House (foto di Fernando Guerra)

«Abbiamo pensato che avremmo potuto creare qualcosa di dinamico senza danneggiare l’ambiente circostante» commentano i progettisti, che osservando il sito, hanno saputo constatare come funzionasse allo stesso modo di una sorta d’anfiteatro, su cui si concentravano i suoni e gli sguardi dei vicini, molto prossimi all’abitazione.
Per questi motivi, è stato ideato un tetto che emergendo dal volume abitato, diviene l’elemento strutturante per l’intero progetto: la copertura ha il compito di configurare spazi dinamici, non solo rompendo la geometria del disegno in pianta, essenzialmente quadrata, ma realizzando anche ambiti protetti dal suo volume, ai quali si consente, così, di aprirsi direttamente sull’esterno.

Gli spazi di soggiorno al piano terra (foto di Fernando Guerra)
Gli spazi di soggiorno al piano terra (foto di Fernando Guerra)

Questi spazi sono la caratteristica peculiare dell’abitazione, che mantiene un andamento complessivo dei volumi sostanzialmente domestico, caratterizzato dal grande tetto a falda. I nuovi ambiti riparati, ma pur sempre esterni, sono luoghi adibiti alla contemplazione del paesaggio, al lavoro e allo svago.
La Taide House è connessa al suolo da pareti in granito, prolungate a formare i muri di contenimento e le scale esterne, disegnando un basamento che coinvolge l’antico frantoio per l’uva al piano terra. Tutto il resto della casa è compreso in un nuovo volume bianco, collocato sulle antiche mura di granito, che assume una propria autonomia nel rispetto della privacy e dei limiti di costruzione sull’area. La casa è, dunque, organizzata su due piani: al piano terra, l’area di soggiorno, con la cucina, i servizi per gli ospiti, un ufficio ed il salotto a doppia altezza; mentre, al piano superiore, le due camere da letto compongono la zona notte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO