L’Amethyst Hotel di NL Architects

Visualizzazione della proposta per Amethyst Hotel, sull'isola Ocean Flower, Cina (foto di NL Architects)
Visualizzazione della proposta per Amethyst Hotel, sull’isola Ocean Flower, Cina (foto di NL Architects)

Il progetto dell’hotel proposto dallo studio olandese NL Architects per un’isola al largo della costa sud della Cina, trae ispirazione dalle geometrie dei cristalli di ametista viola formatisi all’interno di rocce.

La struttura, ispirata ai cristalli d'ametista (foto di NL Architects)
La struttura, ispirata ai cristalli d’ametista (foto di NL Architects)

Un «progetto un po’ folle» – così lo descrivono gli stessi progettisti di NL Architects – l’Amethyst Hotel è concepito come il primo di una catena di alberghi ispirati alle forme di gemme rocciose, dove è prevista la disposizione delle camere dietro vetrate saccettate che compongono i cristalli di fantasia.

Gli interni di una camera dell'hotel (foto di NL Architects)
Gli interni di una camera dell’hotel (foto di NL Architects)

La pietra di quarzo color viola è stata oggetto di numerosi miti nel corso della storia: in Grecia si credeva di poter evitare l’ubriachezza grazie ad essa, i soldati medioevali la utilizzavano come protezione durante la battaglia, e tradizionalmente molti pensato che possa rafforzare il sistema immunitario o prevenire gli incubi.

Particolare della vetrata (foto di NL Architects)
Particolare della vetrata (foto di NL Architects)

Gli architetti Kamiel Klaasse e Pieter Bannenberg credono che un progetto sul modello della “gemma seducente” beneficerà dell’associazione con questi presunti «poteri di guarigione. Amethyst Hotel ha il potenziale per diventare un simbolo – un simbolo che comporterà effetti reali associati con esso spiegano».

Le camere affaccerebbero tutte verso il vuoto centrale (foto di NL Architects)
Le camere affaccerebbero tutte verso il vuoto centrale (foto di NL Architects)

«Il progetto potrebbe essere inteso come una mutazione innovativa della tipologia strutturale delle camere d’albergo che rivestono un vuoto sensazionale di Portman proseguono gli architetti».

Visione dell'hotel nella notte (foto di NL Architects)
Visione dell’hotel nella notte (foto di NL Architects)

La proposta prende spunto, infatti, dai lavori di John Portman, popolare progettista di alberghi definiti da grandi atri e ideati per marchi, come Hyatt e Marriott, in tutta l’Asia e gli Stati Uniti.

Planimetria tipo (foto di NL Architects)
Planimetria tipo (foto di NL Architects)

«L’Amethyst Hotel è, in un certo senso, un hotel Marriott Marquis sezionato al centro, esponendo il suo magnifico interno», hanno concluso i progettisti.

Le camere dell’hotel sarebbero disposte intorno all’atrio, con corridoi di accesso, realizzati intorno al perimetro esterno, che consentono ad ogni stanza di affacciarsi nel vuoto centrale.

Sezione trasversale (foto di NL Architects)
Sezione trasversale (foto di NL Architects)

Il primo hotel è ideato per un’isola artificiale, conosciuta come Ocean Flower, in fase di sviluppo nel mare del nord di Hainan, Cina meridionale. La proposta progettuale prevede, comunque, di poter continuare la serie di hotel costruendoli in giro per il mondo in forme, ogni volta, leggermente variate.

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO