L’Arcus Center for Social Justice – Leadership dello Studio Gang

L'Arcus Center for Social Justice - Leadership a Kalamazoo, Michigan (foto di Iwan Baan)
L’Arcus Center for Social Justice – Leadership a Kalamazoo, Michigan (foto di Iwan Baan)

L’edificio dell’Arcus Center for Social Justice – Leadership realizza l’importante compito progettuale di dare forma ad un nuovo spazio per assemblee pubbliche. Storicamente, la convocazione di riunioni ed assemblee per la giustizia sociale ha avuto luogo in molteplici ambiti, anche tra i più informali come, ad esempio, i seminterrati delle chiese, alcuni soggiorni, o persino semplicemente, attorno a un tavolo da cucina.
Il nuovo edificio è stato ideato dai progettisti dello Studio Gang, per la città di Kalamazoo, Michigan: il Centro Arcus mira a portare i temi della giustizia sociale nel cuore della coscienza pubblica, rendendo queste tematiche visibili e riconoscibili dall’intera società.
[metaslider id=36902]
Come centro di studio e spazio di incontro, l’edificio riunisce studenti, docenti, studiosi in visita, i leader nel contesto della giustizia sociale e membri della società pubblica, per la conversazione e le attività assembleari.
L’architettura supporta queste attività in molteplici modi: gli interni racchiusi da vetrate, la cui illuminazione è visibile anche durante la notte sono funzionali a favorire la “convocazione” del pubblico, tentando di abbattere le barriere psicologiche e culturali tra le persone e contribuire a facilitarne la comprensione.

Gli spazi aperti e informali del centro (foto di Steve Hall for Hedrich Blessing)
Gli spazi aperti e informali del centro (foto di Steve Hall for Hedrich Blessing)

La presenza di un soggiorno con stufa e cucina, permette la condivisione del cibo, esperienza positiva che realizza la possibilità di frequenti incontri informali od occasionali. Molti aspetti di accessibilità o d’identificazione di genere sono coinvolti nella progettazione che integra pratiche eque direttamente nel suo concept formale permettendo al Centro di avviare una trasformazione sociale positiva a tutti i livelli. L’edificio risponde in modo sensibile anche al contesto fisico che lo circonda: un quartiere residenziale, il campus universitario e un vicino boschetto nativo. I suoi allineamenti alle tre direzioni principali dell’intorno, ne permettono la connessione ai tre ambiti citati, mentre grandi facciate trasparenti collegate da murature ad arco abbracciano lo spazio interno.
[metaslider id=36906]
Per la realizzazione del rivestimento in legno delle murature è stata riproposta ed attualizzata una tecnica costruttiva locale ma, col tempo, dimenticata. Il materiale ligneo rappresenta anche l’estensione figurativa degli alberi nel paesaggio adiacente, e si pone in contrasto con i mattoni dell’architettura in stile georgiano degli edifici del campus universitario, mentre allo stesso tempo onora il mestiere tradizionale dei muratori che hanno costruito le sue strutture. Fondato sul principio di un mondo socialmente giusto, in cui la vita di ogni persona è valutata e la sua dignità è riconosciuta, il Centro Arcus dimostra che gli spazi assembleari possono e devono essere i più importanti luoghi pubblici da realizzare.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO