L’australiano MPavilion di sean godsell architects

Vista dell'MPavilion nei Queen Victoria gardens di Melbourne (foto di sean godsell architects)
Vista dell’MPavilion nei Queen Victoria gardens di Melbourne (foto di sean godsell architects)

Il progetto per l’MPavilion è opera dello studio sean godsell architects ed è stato realizzato nei Queen Victoria gardens, a Melbourne. Questi giardini sono, appunto, un omaggio alla regina Vittoria e fanno parte del paesaggio “introdotto”, realizzato secondo una visione progettuale nel contesto della natura più inospitale e selvaggia che caratterizza il paesaggio Australiano. Disegnati nello stile pittoresco inglese del tardo 18° secolo, i giardini adottano l’asimmetria simmetrica di Lancelot ‘Capability’ Brown, componendo viali di platani allineati con colline e valli artificialmente costruite; una fontana, un monumento e una folie; un palco in cima ad una collina alla fine meridionale del giardino.

[metaslider id=35257]

In questa cornice, conclusa dai grattacieli della città che fanno da sfondo, è stato realizzato il padiglione temporaneo che definisce un luogo per recital, presentazioni, conferenze, letture e performance, svolte nei mesi estivi. Il padiglione realizza un rifugio ben progettato e ispirato a capanni e fienili, alle tettoie e verande delle costruzioni di tosatori nell’entroterra. “Queste sono le sale riunioni e i centri comunitari dell’Australia” sostengono i progettisti che proseguono: “Ci riuniamo in queste strutture rudimentali e ospitiamo matrimoni, balli, riunioni circa la siccità imminente o gli inevitabili incendi. Sono luoghi importanti”. Così anche la struttura dell’MPavilion è realizzata da semplici elementi in acciaio coprendo una superficie quadrata di 12metri di lato. Il tetto in vetro prevede un rivestimento esterno automatizzato, offrendo ombra e riparo dal calore forte pur lasciando, contemporaneamente, filtrare la luce del sole. La struttura del padiglione, composta da pannelli a vasistas incernierati nel lato corto superiore che si aprono completamente verso l’esterno, può essere del tutto spalancata realizzando una veranda accesibile dal giardino, oppure richiusa durante la notte e i periodi invernali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO