Le città al centro della prossima legislatura

Leopoldo Freyrie interviene sulla proposta di legge sulla “bellezza” come risorsa per immaginare uno sviluppo oltre la crisi presentata da Legambiente, sostenendo che il tema della città debba essere prioritario nella prossima legislatura se si vuole evitare di mettere a rischio la sicurezza dell’abitare e quindi la vita dei cittadini.

Compito della nuova legislatura sarà dunque riprogettare le città senza consumare suolo ed energia ed introdurre strumenti fiscali a sostegno dell’iniziativa pubblica e privata per l’individuazione di strategie che affrontino, in maniera integrata, il problema della sicurezza, della mobilità, dei rifiuti, dei trasporti degli spazi pubblici. Per questo, sostiene Freyrie, è necessario «superare bulimia burocratica che ha bloccato qualsiasi politica urbana».

«Il territorio italiano e le nostre città – continua –  debbono essere trasformate in una miniera di cultura, formazione e bellezza, in una inesauribile fonte di energie anche tecniche e turistiche poiché possano essere volano dello sviluppo economico. Il tema della bellezza e  della  rigenerazione urbana sostenibile – che è prioritario per gli architetti italiani – rappresenta un progetto indispensabile al futuro delle nostre città e dell’ambiente: può diventare una concreta  opportunità per uscire dalla crisi, realizzando un’ alleanza con le rappresentanze ambientaliste, sindacali, professionali, imprenditoriali, con l’industria delle costruzioni».

«Gli architetti italiani – conclude Freyrie – continuano a mettere a disposizione della comunità idee, saperi e progettualità per sostenere e valorizzare – con l’utilizzo di strumenti che siano caratterizzati da una forte innovazione – quelle ricchezze che rappresentano l’essenza stessa del  territorio del nostro Paese che possono diventare una grande opportunità di sviluppo economico».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here