Redesign al Mac di Lissone

Tanti gli appuntamenti con l’arte contemporanea che il Museo d’Arte Contemporanea di Lissone offre nel mese di maggio con i nuovi allestimenti delle rassegne Index G, Readesign e La scultura interroga la pittura. Tra le novità espositive anche il primo appuntamento del ciclo Off site/ not in place in collaborazione con Viafarini Docva e l’acquisizione di una nuova opera che arricchirà le collezioni permanenti del museo.

Segnaliamo in particolare il progetto Readesign (dal 16 maggio) che prende spunto dalla collezione di design del Mac di Lissone e intende mettere a confronto un autore – sia esso un critico oppure uno scrittore, un attore o un personaggio dello spettacolo – con una delle sedie che hanno segnato la storia del design, rendendola protagonista di un breve testo. Il discorso spezzato/speziato in forma di racconto o di commento, si appellerà all’arguzia e alla vivacità intellettuale dell’autore, al suo spirito d’osservazione e alla sua disposizione d’animo.

A fianco della sitzmaschine (“macchina da sedere” secondo la definizione che ne diede Josef Hoffmann) sarà posizionata una macchina da scrivere, che servirà a dattiloscrivere il testo fornito per l’occasione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here