L’edilizia delle donne

“Donnedilizia. I valori da mettere in campo per il rilancio delle costruzioni” è il titolo della tavola rotonda che, organizzata dalla Divisione Edilizia Architettura Costruzioni di Tecniche Nuove, si è svolta il 27 giugno al Radisson Blu di Milano e ha visto la partecipazione di numerose rappresentanti della filiera delle costruzioni. Ad aprire l’intensa mattinata di lavoro, dopo il benvenuto di Giuseppe Nardella, presidente del gruppo editoriale, l’intervento di Stefania Borghini, professore associato dell’Università Bocconi, sul tema “Il tocco delle donne nel marketing”, sviluppato in tre punti: quanto conta il gender gap; quali i talenti di genere e il loro contributo nel marketing; la sensibilizzazione della classe manageriale femminile verso la sostenibilità. All’evento hanno apportato significativi contributi Valeria Bottelli (Ordine degli architetti di Milano), Mariangela Scotti, (Ordine dei geometri di Cremona e resp. Formazione al Cons. naz. geometri), Regina De Albertis (Sezione Giovani di Assimpredil Ance) e Gloria Domenighini (Assimpredil Ance). Anche il mondo della produzione è stato rappresentato da donne di spicco. Ad aprire la lunga fila degli interventi, Adriana Spazzoli (Mapei) seguita poi da Barbara Gensin (Komatsu Italia), Elena Pellicelli (Volvo Ce Italia), Amanda Miriam Vernò (Peri), Manuela Zanier (Pilosio), Marzia Giusto (Nacanco), Maria Niederstätter (Niederstätter), Daniela Origgi (Gruppo Lape), Marta Casiraghi (Isolmant), Vera Vaselli (Brianza Plastica) e Olga Lualdi (Lualdiporte), all’incontro ha partecipato anche Cristina Berlani (Laterlite). Federica Cozzani (Goodwill Pr), Dalia Bergo (Gbf) e Valentina Valente (Forward) sono intervenute in rappresentanza dell’agenzie di comunicazione del settore.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here