Legno e calcestruzzo per il social housing

Foto di Wood Beton

Il Comune di Quinzano d’Oglio(Brescia), a seguito dell’ottenimento di un finanziamento di circa 2 milioni di euro da parte della Regione Lombardia, ha emesso un bando comunale per l’assegnazione di un progetto relativo alla costruzione di una palazzina costituita da diciotto appartamenti i quali, una volta realizzati, sarebbero poi stati acquistati direttamente dal Comune e assegnati alle persone più bisognose.

Foto di Wood Beton

L’appalto è stato vinto dall’impresa Pima, che ha scelto di adottare i sistemi costruttivi  prefabbricati di Wood Betonche, eliminando grand parte delle costruzioni in opera consentono di determinare con certezza costi e tempi di costruzione, rispondendo inoltre alle necessità di isolamento termico e acustico e di resistenza sismica.

Foto di Wood Beton

In particolare è stato scelto il sistema costruttivo Aria, che prevede l’utilizzo di pareti in legno-calcestruzzo preassemblate in stabilimento, la cui stratigrafia è composta da crosta esterna in cls, intercapedine per la ventilazione, montanti (10×24), isolante (lana di roccia) e pannello tecniche, per un totale di 40 centimetri.

Foto di Wood Beton

La finitura esterna è stata realizzata con una controparete con doppia lastra in cartongesso, di spessore pari a 7,5 centimetri, posata in opera.

L’utilizzo di questo sistema costruttivo, che ha ottenuto il Benestare Tecnico Europeo, ha richiesto poco più di un mese di lavoro, durante il quale sono stati posati 1.130 metri quadri di pareti e circa 1.500 metri quadri di solai.

Foto di Wood Beton

Il sistema costruttivo adottato, che associa legno e calcestruzzo, permette di sfruttare contemporaneamente le caratteristiche di entrambi i materiali garantendo elevata robustezza strutturale: la struttura interna intelaiata in legno consente l’alloggiamento dello strato coibente, mentre la lastra interna in cls aggiunge massa all’involucro migliorandone l’inerzia termica ed il comportamento acustico.

Foto di Wood Beton

La camera d’aria, posizionata sul lato esterno della parete, prima dello strato esterno di calcestruzzo, innesca un moto naturale che contribuisce al raffrescamento delle pareti.

Foto di Wood Beton

I solai interpiano sono realizzati con il sistema Prepaneldi WoodBeton, realizzati con una struttura mista in legno e calcestruzzo, composta da travetti di legno, un assito di collegamento ed un getto di cls armato con rete elettrosaldata, che consente di ottenere strutture molto leggere con la stessa portata del laterocemento.

Foto di Wood Beton

La leggerezza dei solai ha consentito di ottenere un’economia nel dimensionamento delle travi, delle strutture verticali e delle fondazioni, riducendo inoltre le sollecitazioni in caso di sisma.

Foto di Wood Beton

Il pacchetto tetto è stato realizzato in X-lam, impiegando un sistema costruttivo che si basa sull’utilizzo di elementi piani portanti di legno massiccio a strati incrociati, e isolato con lana di roccia.

Foto di Wood Beton

All’interno dell’edificio è presente una scala centrale, la cui struttura è stata anch’essa realizzata in legno e finita con rivestimento in marmo, e un ascensore, il cui vano è costituito da quattro pareti alte 10,67 metri ciascuna: per tale motivo è stato realizzato in X-lam, poiché materiale leggero e quindi più facilmente posabile.

Foto di Wood Beton
Immagine di Wood Beton
Immagine di Wood Beton

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here