L’energia del sole stampata su un foglio

Scott Watkins presenta le celle fotovoltaiche stampate in formato a3 (foto di Csiro)
Scott Watkins presenta le celle fotovoltaiche stampate in formato a3 (foto di Csiro)

I ricercatori australiani del VicoscVictorian Organic Solar Cell Consortium – una collaborazione tra Csiro – Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation, l’Università di Melbourne, l’Università di Monash e alcune aziende – sono riusciti a stampare celle fotovoltaiche su speciali fogli, realizzando un prototipo che rivoluzionerà il settore dell’energia solare. La ricerca ha reso possibile stampare le celle solari su fogli di formato a3, realizzando elementi in grado di produrre 10-50 watt per metro quadrato, le cui applicazioni sono molteplici: dall’alimentazione di piccoli dispositivi elettronici all’illuminazione domestica, dalla copertura di vetrate nei grattacieli all’istallazione su lamine d’alluminio per produrre energia necessaria al funzionamento degli edifici. Scott Watkins, specialista dei materiali del Csiro, spiega l’iniziativa: «Ci sono talmente tante cose che possiamo fare con delle celle di questa dimensione. Possiamo inserirle nei cartelloni pubblicitari, per alimentare le luci o altri elementi interattivi. Possiamo addirittura inserirle nella scocca dei laptop, per fornire alimentazione all’intera macchina».

La nuova stampante installata nel centro di ricerca del Csiro (foto di Csiro)
La nuova stampante installata nel centro di ricerca del Csiro (foto di Csiro)

Per giungere a un modello stampabile, i ricercatori hanno impiegato uno speciale inchiostro fotovoltaico e una innovativa stampante da 200mila dollari. Il processo è, nel suo funzionamento, semplice quanto stampare una normale immagine: proprio tale accessibilità e funzionalità sono gli obbiettivi degli scienziati che intendono trasformare questo prototipo in un sistema che possa sfruttare le tecnologie di stampa esistenti, divenendo disponibili a basso costo e in modo diffuso. L’energia del sole, per tutti.

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO