L’Headquarter di Tencent firmato da Nbbj

Le due nuove torri Headquarter di Tencent (foto di Nbbj)

Lo studio Nbbj ha collaborato con il gruppo Tencent, società di e-commerce, per progettare la nuova sede dell’azienda a Shenzhen: due torri collegate da una serie di ponti sospesi, che fanno riferimento al concetto di connessione internet.

Vista aerea del progetto delle torri Tencent (foto di Nbbj)

Avendo lavorato a stretto contatto con le principali aziende che si avvalgono del web quale base operativa, come Google e Amazon, il team NBBJ non è nuovo nella progettazione di campus high-tech ed uffici.

Lo skyline di Shenzhen con il nuovo skyscraper (foto di Nbbj)

Il concept delle due torri è incentrato appunto sulla presenza di ponti sospesi, metafora della rete internet, ma ognuno dei quali rappresenta un determinato tema, come quello della “Conoscenza” situato al piano che ospita sale per conferenze e biblioteche, o il ponte della “Salute”, con i suoi campi da basket e le piscine.

Le torri sono collegate da passrelle sospese che si affacciano sulla città (foto di Nbbj)

Una volta completata, la sede della società Tencent sarà in grado di ospitare 12mila posti di lavoro supplementari nella sua base operativa di Shenzhen: situate nell’High-Tech Industrial Park, le torri raggiungeranno 250 metri e 192 metri in altezza, svettando nello skyline della città.

Gli spazi interni per il relax (foto di Nbbj)

Per il progetto sono state adottate strategie energetiche volte a ridurre i consumi, e le emissioni di carbonio saranno ridotte del 40 per cento rispetto ad una tipica torre d’uffici. Inoltre, la leggera rotazione delle torri e le loro altezze catturano i venti prevalenti sul sito, direzionando la ventilazione verso gli atri e riducendo al minimo l’esposizione diretta alla luce del sole.

Una caffetteria (foto Nbbj)

Per controllare i riflessi dell’involucro ed il relativo guadagno termico, la facciata continua incorpora un sistema di ombreggiatura modulare che varia in funzione del grado d’esposizione solare; ulteriori sitemi d’ombreggiatura sono anche quelli interni attivati dagli utenti e configurati come schermi per le proiezioni digitali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO