L’headquarter di Twitter a San Francisco

(foto di Chad Ziemendorf)

Il quartiere direzionale di Twitterè situato all’interno di un edificio in stile art deco del 1937 a San Francisco, che una volta era adibito a magazzino  commerciale per la vendita all’ingrosso

Vista della reception d’accesso (foto di Chad Ziemendorf)

.

Oggi gli uffici del social media occupano due degli undici piani esistenti nel grande edificio, i cui spazi sono stati progettati dallo studio IA interior architects in collaborazione con Lundberg Design.

Legno ed elementi che riprendono il logo aziendale disegnano le aree di distribuzione (foto di Chad Ziemendorf)

Il campus urbano è il primo spazio lavorativo sviluppato specificatamente per la piattaforma di social media, che alimenta i centri creativi e sociali dell’organizzazione.

Alcuni spazi comuni (foto di Chad Ziemendorf)

Tutti gli interni sono pervasi dall’uso dello stile linguistico della società i cui marchi vengono replicati nei colori blu degli arredi, nelle molteplici varianti delle iniziali aziendali disseminate nelle sale – uffici, il motivo del ramoscello disposto negli arredi e nei richiami decorativi del legno.

Sale private si alternano ad open space (foto di Chad Ziemendorf)

Gli spazi dell’edificio, una volta scuri e non curati, comprendono oggi aree informali dotate di sedute e servizi, luoghi di dispensa e sale relax modulari, ampie sale conferenze dalle differenti dimensioni ed aperte verso altri spazi, tutto accompagnato da opere di artisti locali studiate per il luogo.

L’area caffetteria – ristorante (foto di Chad Ziemendorf)

La struttura dell’edificio, in colonne di calcestruzzo caratterizza gli ambienti che si aprono ora con partizioni vetrate, arredi colorati e vivaci, una illuminazione efficace e dai cromatismi blu degli spazi di riposo, trasformandosi in un nuovo piacevole luogo di lavoro.

Alcuni degli spazi comuni esterni (foto di Chad Ziemendorf)

I servizi compresi nel quartiere direzionale sono numerosi, dagli spazi per lo yoga alle sale fitness, dalle sale da gioco ad un immensa caffetteria definita dai pannelli del controsoffitto disposti in un onda dinamica e che si apre sull’importante spazio del giardino pensile: da qui è possibile godersi la vista sullo skyline della città illuminato durante la sera.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here