L’Italian design di Acpv e C+S per Chiasso

Vista del progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria di Chiasso (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

Il concorso internazionale in due fasi per la riqualificazione dell’area della stazione ferroviaria di Chiasso è stato vinto dal team italiano composto da Antonio Citterio Patricia Viel and Partners insieme a C+S Architectse in collaborazione con un team di ingegneria ticinese.

Un interno della nuova scuola di moda (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

La giuria, presieduta dall’architetto Cattaneo di Bellinzona ha definito il progetto come l’intervento che meglio si inserisce nell’insieme del contesto urbanistico, apprezzando, in particolare, la struttura organizzativa della scuola.

Vista del prospetto trasparente del nuovo edificio (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

Il team ha proposto un intervento urbano puntuale ed attento che rispetta e valorizza le preesistenze. I volumi già presenti sull’area della stazione ferroviaria vengono sostanzialmente mantenuti e ricomposti insieme ad un nuovo complesso che ospiterà due scuole per la moda: Sams e Sta, rispettivamente la scuola d’arti e mestieri della sartoria e la scuola superiore di tecnica dell’abbigliamento e della moda.

Un ambito pubblico previsto dal progetto (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

Il progetto costituisce un fulcro urbano che si configura come cerniera tra città e territorio ma anche come connessione tra esperienza pratica e cultura della moda.

La scuola di moda (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

I nuovi volumi previsti sono trasparenti e aperti, composti a disegnare il futuro spazio urbano: una passeggiata tra le nuove aree commerciali e gli ambiti dedicati alla cultura.

L’intervento prevede la costruzione di un nuovo fronte urbano pubblico (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

Anche le attività e i lavoratori delle due scuole della moda parteciperanno alla costruzione della nuova area della città di Chiasso.

Vista della maquette (foto di Acpv and Partners e C+S Architects)

Il team ha interpretato in questo modo il ruolo dell’edificio scolastico nella città contemporanea: un’architettura che diventa manifesto e vetrina di sé stesso, una cittadella della conoscenza, il luogo dove viene mostrato il processo creativo insieme al suo prodotto, o ancora un edificio realizzato per essere scorto da un pubblico di passaggio, i cui spazi pubblici saranno attivabili dalla comunità anche oltre l’orario scolastico.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here