Lo Shared Space di Piuarch per Castello Sforzesco a Milano

"Fare Spazio" per il Castello Sforzesco di Milano (foto di Piuarch)
“Fare Spazio” per il Castello Sforzesco di Milano (foto di Piuarch)

Le proposte per il progetto Atelier Castello, dedicate alla riqualificazione dell’area pedonale di Piazza Castello a Milano, saranno esposte, dal 7 novembre all’8 dicembre, presso la Triennale di Milano.
Tra gli undici studi di architettura coinvolti, Piuarch propone “Fare Spazio” un progetto di sistema che riporti il traffico veicolare sulla Piazza, adottando il concetto dello Shared Space: lo spazio pubblico condiviso.

Visualizzazione dei fossati: "la Low Line" nella proposta "Fare Spazio" di Piuarch (foto di Piuarch)
Visualizzazione dei fossati: “la Low Line” nella proposta “Fare Spazio” di Piuarch (foto di Piuarch)

Sono quattro i capisaldi del nuovo assetto presentati da Piuarch: ridisegnare e dare centralità alla Piazza delle Armi, il grande vuoto oggi al centro del Castello; riaprire i fossati e farne un parco circolare, una low line accessibile al pubblico arricchita di nuove funzioni ludiche, ricreative, sportive e favorita dal ridisegno dell’arredo urbano; definire lo Shared Space e, infine, riportare la circolazione automobilistica in Piazza Castello.

Piazza delle Armi secondo Piuarch (foto di Piuarch)
Piazza delle Armi secondo Piuarch (foto di Piuarch)

Tutto ciò significa ripensare in modo innovativo il rapporto di convivenza tra pedoni, ciclisti e automobilisti, in uno spazio unico, privo di barriere architettoniche e dove i percorsi siano regolati in prima battuta proprio dalla compresenza di tutte le categorie che condividono lo stesso sistema urbano.

Piazza Castello e lo Shared Space (foto di Piuarch)
Piazza Castello e lo Shared Space (foto di Piuarch)

Ridisegnando il Foro come un boulevard con sezione stradale omogenea e numero di corsie costante, la nuova viabilità risolve il nodo di Largo Cairoli, oggi pericoloso e inefficiente. Il traffico veicolare viene spostato solo su un lato del Largo, a sud, mentre il lato che affaccia verso l’Expo Gate diviene una semi piazza pedonale, connessa allo shared space di Piazza Castello.

Sezione dell'area pubblica davanti al Castello (foto di Piuarch)
Sezione dell’area pubblica davanti al Castello (foto di Piuarch)

In questo modo si realizza un nuovo uno spazio pubblico: la grande superficie dell’ambito continuo attorno al castello, definita dalla piazza frontale, dai giardini laterali e da Piazza del Cannone, per la quale si propone in particolare, la riannessione al contesto del Castello e divisione dal Parco Sempione con lo spostamento della recinzione del parco.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO