Lo Zenith Theatre di Ptw Architects e Ccdi a Constantine

Constantine sarà Capitale della Cultura Araba nel 2015: lo Zenith Theatre è una delle opere progettate per l'evento (foto di Ptw Architects, Ccdi)
Constantine sarà Capitale della Cultura Araba nel 2015: lo Zenith Theatre è una delle opere progettate per l’evento (foto di Ptw Architects, Ccdi)

Un moderno teatro polifunzionale che celebra la cultura araba attraverso un evoluto concept architettonico e scenotecnico, basato sulla flessibilità degli spazi e sull’integrazione con tecnologie multimediali
Arroccata sull’altopiano algerino, Constantine è conosciuta soprattutto per i suoi ponti, di tutte le epoche, che scavalcano gole vertiginose collegando la medina e la casbah ai quartieri circostanti più recenti. Città fra le più antiche del Maghreb, sarà Capitale della Cultura Araba nel 2015.

Vista frontale: rivolto verso la città, il prospetto principale funge da punto di riferimento anche rispetto all'autostrada (foto di Ptw Architects, Ccdi)
Vista frontale: rivolto verso la città, il prospetto principale funge da punto di riferimento anche rispetto all’autostrada (foto di Ptw Architects, Ccdi)

Situato a sud del centro urbano, nei pressi dell’aeroporto, il nuovo Zenith Theatre è fra le più importanti opere intraprese dal governo locale per l’occasione: sarà uno dei punti nevralgici delle numerose cerimonie e manifestazioni culturali e artistiche che attireranno centinaia di migliaia di persone provenienti da tutto il mondo.
Affidato a un composito team formato dallo studio di architettura australiano Ptw Architects in associazione con la società di progettazione China Construction Design International, il teatro si ispira ai principi degli zenith già realizzati nelle principali città francesi.

[metaslider id=36528]
Concepite per ospitare manifestazioni teatrali, concerti, balletti, congressi ed eventi collettivi, queste arene rappresentano un vero e proprio standard architettonico per l’industria dello spettacolo contemporanea: sono tutte disegnate attorno a un anfiteatro, caratterizzate da una notevole flessibilità d’uso ed equipaggiate con le tecnologie più evolute nel settore.
Lo Zenith Theatre Constantine sarà un moderno teatro polifunzionale, in grado di adattarsi a molteplici esigenze, funzioni e capacità, le cui nitide forme razionali sono arricchite da riferimenti alla tradizione artistica e architettonica della cultura araba.

Pianta del secondo livello: gli spazi di supporto e servizio sono distribuiti attorno al palcoscenico e all'anfiteatro (foto di Ptw Architects, Ccdi)
Pianta del secondo livello: gli spazi di supporto e servizio sono distribuiti attorno al palcoscenico e all’anfiteatro (foto di Ptw Architects, Ccdi)

Già in avanzata fase di completamento, l’edificio presenta un’impronta a terra di circa 53mila metri quadrati e si articola su diversi livelli che assecondano la topografia del sito. Circondati da un lussureggiante giardino nel quale si snodano i percorsi di avvicinamento, i tre piani ipogei sono destinati ai parcheggi e ai locali tecnici e di servizio.
L’area riservata agli eventi ad affluenza ridotta mette a disposizione del pubblico due sale contigue, da 150 e 300 posti a sedere, circondate da un’ampia hall affacciata sul verde. La copertura della piastra di basamento è un’enorme piazza pubblica dominata dai netti volumi del teatro coronati dalla copertura aggettante su tutti i lati.

Schema dei percorsi verticali: in rosso quelli per il pubblico, in giallo quello per il personale (foto di Ptw Architects, Ccdi)
Schema dei percorsi verticali: in rosso quelli per il pubblico, in giallo quello per il personale (foto di Ptw Architects, Ccdi)

La zona centrale dell’edificio è riservata alla hall d’ingresso, alla grande sala centrale ad anfiteatro (3.000 posti a sedere disposti su tre livelli) e al palcoscenico (ampio circa 40 metri e profondo 24 metri). Ai lati di quest’ultimo due volumi parallelepipedi accolgono le attività di supporto e servizio.
Dal basso verso l’alto si trovano; camerini, sale prova, spazi tecnici, sartoria, bar e mensa per il personale, magazzini (piano palcoscenico); uffici, sale di registrazione e multimediali, atelier e palestra (piano intermedio); caffetteria e ristorante con cucina (ultimo piano), direttamente accessibili dall’ultimo livello dell’anfiteatro.

Sezione assonometrica longitudinale: il grande spazio centrale è concepito come contenitore altamente flessibile (foto di Ptw Architects, Ccdi)
Sezione assonometrica longitudinale: il grande spazio centrale è concepito come contenitore altamente flessibile (foto di Ptw Architects, Ccdi)

Il disegno dell’involucro verticale è giocato sull’alternanza fra superfici opache, che delimitano il retro del palcoscenico e gli spazi connettivi, e trasparenti, che individuano gli ambienti collettivi – in particolare la suggestiva hall d’ingresso, contraddistinta dalla forma convessa – e quelli per le attività operative e amministrative – poste nelle ali laterali.
Le facciate trasparenti sono rivestite con strutture metalliche dagli elaborati pattern geometrici, che richiamano gli apparati decorativi dell’architettura araba storica e, al contempo, schermano gli ambienti interni dalla luce naturale senza precludere il rapporto visivo fra interno ed esterno.

Tecnologia per lo spettacolo
La progettazione e l’installazione degli impianti audiovisivi e multimediali dello Zenith Theatre Constantine è stata eseguita da Mediacom Digital Evolution, azienda italiana subcontractor della società cinese Cscec con cui collabora per la realizzazione di importanti progetti in Algeria.

Come in tutti gli Zenith, la sala principale è un anfiteatro con una capacità minima di 3mila persone (foto di Ptw Architects, Ccdi)
Come in tutti gli Zenith, la sala principale è un anfiteatro con una capacità minima di 3mila persone (foto di Ptw Architects, Ccdi)

I moderni edifici per le rappresentazioni devono presentare non solo idonee proprietà acustiche per diverse tipologie di performance dal vivo, ma anche una dotazione impiantistica versatile e altamente compatibile. Per lo Zenith Theatre Constantine sono state scelte soluzioni adatte anche a conferenze e piccoli concerti, predisponendo per la sala principale un sistema d&b audiotechnik che garantisce un’ottima pressione sonora e può supportare qualsiasi esigenza. La sala principale sarà dotata di due banchi mixer audio di monitoria, di cui uno posizionato sul palco, e di complessi dispositivi di diffusione sonora. Tutti i segnali sono trasportati tramite protocollo digitale attraverso l’infrastruttura in fibra ottica. Le sale più piccole, per convegni e musica da camera, saranno attrezzate con sistemi per la diffusione e il processing dei segnali audio.

 

00Ptw Architects – Ccdi
Fondato nel 1889, Ptw Architects è uno dei principali studi australiani con sede principale a Sidney. Negli ultimi decenni ha fortemente diversificato le proprie attività professionali, realizzando progetti a tutte le scale e di differenti tipologie in ogni parte del mondo. Liu Hu , Executive director, ha coordinato il team di progettazione per lo Zenith Theatre a Constantine, progettato in associazione con la società di ingegneria cinese Ccdi.
China Construction Design International è una società sussidiaria di China State Construction Engineering Corporation, con sede principale a Shanghai, che si occupa di progettazione integrata e di servizi ingegneristici nella Repubblica Popolare cinese e in tutto il mondo. Fra gli altri, Ptw Architects e Ccdi hanno progettato assieme il “Water Cube” per le Olimpiadi 2008 di Pechino.

 

Scheda
Committente
Governo della Repubblica Democratica Popolare di Algeria
Progetto architettonico
Ptw Architects
in associazione con
China Construction Design International)
Acustica
Huaqing Sifang Building Technology Co.
Scenotecnica
China Entertainment Technology Association
Construction management
Cscec Algeria
Tecnologie audio-video, illuminotecnica teatrale
Mediacom Digital Evolution

 

di Martino Paradiso

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO