Maribor 100 Year City. A Venezia

Esplorare il futuro dell’architettura e scoprire se e come la natura possa influenzare i progetti delle nuove generazioni di professionisti del settore. Su questo progetto hanno lavorato alcuni studenti del Dessau Institute of Architecture, insieme a Hp Designjet.

Nello specifico, gli studenti del Dia che hanno aderito a questa iniziativa sono stati invitati ad esporre, presso il padiglione sloveno della 13a Biennale di architettura di Venezia, le loro visioni future della città slovena di Maribor, designata Capitale Europea della Cultura per il 2012.

L’obiettivo del progetto è quello di delineare una serie di progetti visionari che potrebbero trasformare Maribor in una città tecnologicamente orientata al futuro.

Il progetto ha aperto Maribor a idee innovative e ne ha fatto un punto focale del dibattito sul modo in cui l’architettura contribuirà a dare forma al Ventunesimo secolo. Il Dessau Institute of Architecture collabora con HP dal 2010 e utilizza la stampante HP DesignjetT2300 eMFP. La stampa HP di grande formato e la tecnologia e-Print & Share consentono agli studenti di sviluppare i loro progetti e sono utilizzate per facilitare la comunicazione anche fuori dalle aule, grazie alle soluzioni HP connesse al web.

Importanti esponenti del mondo della progettazione, come Matias del Campo (Span Architectur), Sandra Manninger (Span Architecture), Tom Kovac (curatore del padiglione sloveno alla Biennale di Venezia), Stojan Skalicky (Maribor City Architect), Reiner Zettl University of Applied Arts di Vienna) e Willy Mueller (Institute of Advanced Architecture of Catalonia) hanno condiviso l’iniziativa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here