Mecanoo per il Giardino del 21° Secolo a Varsavia

Vista del padiglione per l’ampliamento del Royal Lazienki Museum (foto di Mecanoo)

Il team composto da Mecanoo, Michael van Gessel, Delva Landscape Architects e Jojko Nawrocki Architekci ha vinto il concorso di progettazione del padiglione espositivo per l’ampliamento del Royal Lazienki Museum nel nuovo Giardino del 21° Secolo a Varsavia, Polonia.

Vista del progetto di Mecanoo insieme a Michael van Gessel, Delva Landscape Architects e Jojko Nawrocki Architekci per il Giardino del 21° Secolo (foto di Mecanoo)

Il nuovo progetto del giardino coprirà una superficie di 2,5 ettari e sarà parte del Lazienki Park, una delle più importanti mete turistiche nella città di Varsavia, che comprende molti edifici del 18° e 19° secolo come le Terme Reali, un teatro di ispirazione romana e una torre d’acqua, attorno ai quali il parco si è sviluppato nel tempo.

Planimetria d’insieme (foto di Mecanoo)

La proposta di Mecanoo per il nuovo Giardino del 21° Secolo, in opposizione a quanto avvenuto in passato, prevede che sia l’architettura del padiglione espositivo ad adattarsi agli spazi del giardino, integrandosi completamente nel progetto dell’area verde.

Studio per il risparmio energetico e la sostenibilità del progetto (foto di Mecanoo)

Sia il giardino che il padiglione forniranno una nuova veste culturale per il  parco: il padiglione ospiterà grandi mostre temporanee, mentre il giardino avrà un ruolo importante nell’educazione ambientale locale divenendo un esempio di architettura del paesaggio del 21° secolo.

Sezione concettuale (foto di Mecanoo)

Il padiglione espositivo di 1800 metri quadri di superficie sotterranea sebrerà come cresciuto da un percorso ondulato del giardino che scivola ad verso il livello inferiore: ci saranno infatti due punti d’accesso, scolpiti negli elementi curvilinei che compongono gli spazi in superficie del giardino, ed una ulteriore discesa scavata direttamente nel terreno.

La hall d’ingresso negli spazi interrati del padiglione espositivo (foto di Mecanoo)

La hall d’ingresso, nel sottosuolo, collegherà due importanti spazi espositivi ed anche due minori, realizzati grazie ad una disposizione modulere. Numerosi lucernari circolari di grandi dimensioni saranno ritagliati nelle passerelle d’accesso ed insieme alla vegetazione circostante determineranno un gioco di luci ed ombre all’interno del padiglione.

Vista degli spazi del giardino e degli accessi al padiglione (foto di Mecanoo)
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here