Medaglia d’oro a Diébédo Francis Kéré

Il progetto di una scuola a Gando, Burkina Faso, un centro sociale polifunzionale a São Paulo, in Brasile, e un piano di rinnovamento urbano a Berlino, sono i vincitori della terza edizione dei Global Holcim Award for Sustainable Construction, che si sono aggiudicati 2 milioni di dollari. I progetti di edilizia sostenibile vincitori sono stati selezionati fra i 15 finalisti delle 5 competizioni regionali (che avevano complessivamente raccolto 6000 adesioni provenienti da 146 paesi) concluse nel 2011 e sono stati valutati da una giuria indipendente presieduta da Enrique Norten sulla base dei cinque criteri (“target issues”) dell’edilizia sostenibile:  Progress che sottende l’innovazione e la trasferibilità; People, ovvero standard etici ed equità sociale; Planet cioè qualità ecologica e conservazione delle risorse; Prosperity riferita a performance e compatibilità economica e Proficiency relativo all’impatto estetico e ambientale.

Il Global Holcim Awards Gold (dal valore di 200mila dollari) è stato conferito al progetto di una scuola secondaria con sistema di ventilazione passiva a Gando, Burkina Faso, progettata da Diébédo Francis Kéré dello studio tedesco Kéré Architecture e la cui realizzazione ha preso il via nel maggio del 2011. Pensata per una città di 3mila abitanti che, a 200 km dalla capitale Ouagadougou non dispone di scuole secondarie, sfrutta un sistema di raffrescamento naturale che convoglia aria all’interno di tubature sotterranee e utilizza pareti e una copertura a doppio strato, riuscendo ad abbassare di 5 °C la temperatura esterna. Il progetto comprende anche una scuola elementare e una biblioteca.

Il progetto di un edificio multifunzionale e recupero urbano a San Paolo (Brasile) firmato dai brasiliani Alfredo Brillembourg and Hubert Klumpner, Urban Think Tank, si è, invece, aggiudicato il Global Holcim Awards Silver che ha un valore pecuniario di 100mila dollari. L’edificio, il cui cantiere è aperto dal giugno 2011 è  localizzato dentro la favela di Paraisópolis, che, al centro di San Paolo, conta più di 100mila abitanti. Parte dai caratteri topografici e geologici dell’area, l’erosione del suolo e le colate di fango, diventano spunto per un intervento che stabilizza il terreno e crea un’arena naturale con spazi pubblici terrazzati. L’edificio ospita una scuola di musica, una piccola sala concerti e spazi per attività sportive. Tutto con un sistema di recupero delle acque atmosferiche.

Il terzo posto, ovvero il Global Holcim Awards Bronze, è stato assegnato a «Flussbad», che era già stato vincitore del Gold per la Regione Europa. A firmare il progetto che si aggiudica 50mila dollari, Jan and Tim Edler, titolari dello studio tedesco Realities United. L’intervento, che prenderà il via nel gennaio del 2018, ha l’intento di riqualificare un braccio d’acqua navigabile del fiume Sprea lungo 745, restituendolo alla fruizione degli abitanti attraverso la realizzazione di una piscina a cielo aperto nel centro di Berlino.

Per la prima volta sono stati conferiti, in seguito alla valutazione di una giuria separata, anche i premi innovazione a livello globale. Il primo, secondo e trezo Global Holcim Innovation sono stati assegnati rispettivamente alle Casseforme per cemento ad alta efficienza, progettate dagli svizzeri Matthias Kohler, Gramazio & Kohler, Architektur und Digitale Fabrikation, Eth; agli Appartamenti low cost di Amburgo firmati da Frank Barkow di Barkow Leibinger Architects e al Sistema di fabbricazione efficiente per elementi costruttivi geometricamente complessi di Povilas Cepaitis della britannica AA School of Architecture.

Gli Holcim Awards sono un’iniziativa di Holcim Foundation for Sustainable Construction, che ha sede in Svizzera e che è supportata da Holcim Ltd e dalle sue Group company presenti in circa 70 Paesi, tra cui Holcim (Italia) che costituisce una realtà industriale importante del Nord Italia nei materiali da costruzione.

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here