Megalopolis: sei documentari per raccontare le città del XXI secolo

San Paolo, panorama della città (foto di Fondazione Maxxi)

Al Maxxi prende il via, dall’11 gennaio 2014, la nuova serie di appuntamenti con Megalopolis, l’evento per la proiezione di sei documentari ideati e diretti da Francesco Conversano e Nene Grignaffini.

Los Angeles (foto di Francesco Conversano – Movie Movie)

L’evento è ideato per raccontare le città del XXI secolo tra realtà e immaginario, attraverso lungometraggi dedicati alle più grandi aree urbane da ovest a est del mondo: Los Angeles, San Paolo, Il Cairo, Karachi, Shenzhen e Tokyo. Gli incontri, che si terranno all’Auditorium del Maxxi, prevedono due proiezioni a ingresso libero, una alle 18.30 e una alle 20.30.

Karachi, lo Slum dall’alto (foto di Fondazione Maxxi)

Il primo appuntamento ci accompagna attraverso le Americhe a Los Angeles, Usa e San Paolo, Brasile e sarà introdotto da Giovanna Melandri Presidente Fondazione Maxxi, presentato dagli autori Francesco Conversano, Nene Grignaffini e Pippo Ciorra insieme ad Andrea Vianello, Direttore di Rai Tre.

Il Cairo, Madinat Al Muqattam la citta degli Zabbalin (foto di Francesco Conversano – Movie Movie)

Gli incontri proseguiranno sabato 18 gennaio per la serata dedicata al Medio Oriente con l’approfondimento delle aree urbane del Cairo, Egitto e Karachi, Pakistan; presentati da Lucio Caracciolo Fondatore di Limes, Marco Hamam arabista, Francesca Marino giornalista e Riccardo Bocca, giornalista del settimanale l’Espresso.

Shenzhen, lavori in corso nella città in espansione (foto di Fondazione Maxxi)

Infine sabato 25 gennaio si terminerà con l’Estremo Oriente: Shenzhen, Cina e Tokyo, Giappone saranno presentate dall’architetto Mario Cucinella.

Tokyo in una vista notturna (foto di Francesco Conversano – Movie Movie)

Le grandi città discusse sono strutture complesse ma fragili la cui crescita in dimensioni di conurbazioni urbane pone questioni fondamentali, affrontabili solo attraverso un approccio multidisciplinare. A questo scopo l’intervento, nei documentari, è affidato ad urbanisti, architetti, geografi, sociologi, antropologi, economisti e studiosi delle problematiche legate ai trasporti ed alla mobilità, all’ambiente, al lavoro, alla politica, alla governance e alla psicologia relazionale

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here