Menzione Speciale per la scuola elementare di ViTre Studio

La scuola elementare Garibaldi a Soliera realizzata dal Gruppo Rubner

La scuola elementare Garibaldi di Soliera è stata realizzata da Rubner su progetto dell’architetto Gianluca Perettoni di ViTre Studio ottenendo ora una “Menzione Speciale per la ricostruzione” nel contesto del Premio Sostenibilità 2013.

L’ingresso, come tutta la realizzazione, vivace e coloratissimo

Organizzato dall’Agenzia per l’Energia e giunto alla sua quinta edizione, il “Premio sostenibilità” coinvolge tutto il territorio nazionale e si propone di valorizzare e divulgare le buone pratiche del costruire attraverso la selezione di realizzazioni e progetti che abbiano seguito i principi costruttivi della bioarchitettura e dell’urbanistica sostenibile. La Menzione Speciale è stata assegnata, per la categoria “Edifici Green delle zone colpite dal sisma”, al Gruppo Rubner, leader europeo nella bioedilizia in legno su misura. La realizzazione della scuola elementare di Soliera, Modena, è avvenuta infatti nella fase di ricostruzione edilizia che ha seguito il terremoto avvenuto in Emilia.

La scuola Garibaldi è frutto della sintonia di due aziende del Gruppo Rubner: Rubner Objektbau, general contractor esperto nella progettazione e costruzione delle commesse più complesse e Rubner Haus, specializzata in edilizia residenziale.

Realizzato in tempi record l’edificio segue criteri antisismici e di efficienza energetica

Modello di sostenibilità, di efficienza energetica, di sicurezza antisismica e flessibilità nella ripartizione degli ambienti, il complesso scolastico, interamente in legno, è composto da 14 classi, occupate attualmente da 336 bambini, una biblioteca, una sala multifunzione, una mensa e dalle stanze per l’assistenza sanitaria.

Le aree della scuola sono indicate da simboli colorati sulla sua faccia

Messa in opera in soli 43 giorni ed attiva già dall’11 ottobre 2012, la scuola raggiunge la classe di efficienza energetica A, con un consumo inferiore a 30 kWh/m2a, grazie anche all’impianto fotovoltaico installato sul tetto che contribuisce al risparmio energetico dal 30 per cento al 40 per cento.

Particolare della facciata con le grandi vetrate che permettono la corretta illuminazione interna

Il sistema costruttivo a telaio in legno e la scelta dei materiali riflettono il rispetto di tutti i requisiti ecologici, didattici e funzionali con l’obiettivo di garantire il massimo comfort abitativo e la migliore sicurezza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO