Mvrdv per L’Expo Floriade 2022

Il Tuinbouwraad Nederlandse  ha proclamato Almere città vincitrice della prestigiosa manifestazione del mondo orticolo che si svolge una volta ogni dieci anni nei Paesi Bassi e sta attualmente volgendo al termine a Venlo.

Per l’Expo Floriade 2020. lo studio Mvrdv vuole creare un nuovo quartiere urbano, che sia letto come l’estensione del centro cittadino

Per l’Expo Floriade 2022 di Almere,  Mvrdv  non prevede un sito espositivo temporaneo, ma una duratura Cité Idéale verde come estensione del centro città esistente. Il lungomare fronteggiante il centro sarà sviluppato come un nuovo quartiere urbano, oltre che come una gigantesca raccolta di piante che rimarrà anche dopo la manifestazione. L’ambizione è quella di creare una mostra che sia il 300 pe cento più verde rispetto alla norma attuale, verde sia in senso letterale che nel senso di sostenibile: tutte le funzioni previste dallo spazio espositivo saranno integrate con la vegetazione, in una commistione di innovazione ed ecologia.

L’obiettovo dei p’rogettisti è quello di realizzare una “città verde ed ecologica”

Allo stesso tempo, il progetto prevede un vasto programma funzionale, che comprende un’università, un hotel, un porto, uffici e abitazioni che doneranno al sito un carattere più urbano di ogni altra Floriade: un’esemplare città verde. Almere con Mvrdv  vince il concorso a cui avevano partecipato anche Boskoop con Oma /Rem Koolhaas, Groningen con West 8 e Amsterdam Bijlmer con Mtd Landscape architect.

L’area metropolitana si trova oggi nel pieno di una grande crescita demografica, fenomeno a cui la città di Almere risponde con il progetto di 60,000 nuove abitazioni, pensate con l’obiettivo di realizzare la crescita urbana con una qualità della vita migliore possibile per i propri cittadini. Il team Mvrdv, già progettista del piano urbanistico per Almere 2030 e del piano urbanistico “Do It Yourself” per Almere Oosterwold, propone ora l’estensione del centro cittadino, trasformando il lago in un punto centrale e collegando i vari quartieri della nuova città olandese.

Winy Maas di Mvrdv

Winy Maas (Mvrdv) ha affermato  “Con Almere, la Floriade ha un approccio nuovo: costruiremo una città che sia letteralmente verde ed ecologica. Una città che produce cibo ed energia, pulisce la propria acqua, ricicla i rifiuti e possiede una grande biodiversità. Una città che potrebbe essere anche autarchica: un mondo in cui persone, piante e animali vivano in simbiosi. Può questa simbiosi tra città e campagna offrire delle argomentazioni fondamentali per i problemi globali in materia di urbanizzazione e consumo? Noi realizzeremo nei prossimi dieci anni una città esemplare che realizzi questa sintesi. Rappresenta la nostra possibilità di realizzare gli ideali che Mvrdv ha perseguito durante gli ultimi 20 anni. Siamo felici di poter lavorare a questo entusiasmante progetto. ”

La Floriade di Almere sarà composta da una griglia di giardini realizzati in una penisola quadrata di 45 ettari. Ogni blocco sarà dedicato a piante diverse, una sorta di biblioteca vegetale, magari organizzata in ordine alfabetico. I blocchi conterranno anche altre funzioni: padiglioni, case, uffici e persino una facoltà universitaria, che sarà organizzata come un giardino botanico “impilato”, un ecosistema verticale in cui ogni aula sarà dotata di un clima diverso per la crescita di piante differenti.

L’area che accogliera l’expo Floriade sarà organizzata per blocchi distribuiti su una griglia di giardini

I visitatori potranno alloggiare in un hotel di gelsomini, fare il bagno in uno stagno di ninfee e cenare in un roseto. La città offrirà case all’interno dei frutteti, uffici con interni piantumati e parchi di bambù. L’Expo e il nuovo centro diverranno un luogo che produce cibo ed energia, un quartiere verde urbano che mostra in dettaglio come le piante siano in grado di arricchire ogni aspetto della vita quotidiana.

Mnrdv  è coinvolto in una serie di progetti per la città di Almere e si è impegnata in una vasta ricerca riguardo l’agricoltura urbana, la densità urbana e molti altri aspetti della moderna agricoltura. Nel 2000 Mnrdv ha realizzato il padiglione olandese al World Expo di Hannover. Almere è una delle quattro città candidate insieme ad Amsterdam, Groningen e la regione Boskoop.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here