Nuova vita alle vecchie travi marcescenti

Una facciata dell’edificio in ristrutturazione

Un antico edificio veneziano, costruito nel Seicento ed ampliato a metà Ottocento necessitava, nell’ambito di un intervento di ristrutturazione, la consolidazione strutturale di un solaio costituito da un cannicciato intonacato e poi decorato, applicato a una sottostruttura in legno appesa alle travi del solaio che la proprietà  intendeva conservare integralmente.

Il solaio prima dell’intervento di recupero e adeguamento statico

Pertanto l’esigenza era quella di costituire un piano rustico orizzontale in estradosso al solaio sul quale fissare direttamente un pavimento in legno, contenendo le deformazione e le sollecitazioni, particolarmente nei tratti di trave centrali, ancora efficacemente utili.

Sistemi di attacco alle murature.
Visibili le protesi metalliche a doppio mollettone e tavolette di risparmio,prima della loro applicazione.

Alle parti di trave in prossimità dei muti, totalmente deteriorate, si è affidata la funzione di contenimento delle protesi metalliche, costituite da doppi staffoni aperti con al centro tavolette di risparmio per contenere il consumo dell’adesivo epossidico Xepox 26, prodotto da Cenci Legno. A lato delle travi esistenti sono state fissate sottomisure in legno, a costituire il piano d’appoggio per i tavoloni che, una volta posati, fungeranno anche da elementi collaboranti.

Diversi aspetti del lavoro di applicazione delle protesi metalliche e della resinatura. Nelle nicchie delmuro l’adesivo Xepox è miscelato con ghiaietto e scaglie di pietra viva.

Alla parte direttamente sovrastante le travi è stato applicato il riempimento di livellamento Leca beton 1400, di Laterlite, impastato con circa 6 litri d’acqua per sacco e incollato al bordo superiore delle travi preesistenti e ai bordi laterali dei tavoloni con l’adesivo Xepox 70.

Completamento delle travi in legno con riempimento di livellamento con Leca Beton 1400, impastato con non più di litri 6 di acqua per sacco

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here