Ok per il V&A Museum di Kuma

Il consiglio comunale di Dundee (Scozia) ha espresso all’unanimità  parere favorevole nei confronti del progetto del nuovo Victoria and Albert Museum elaborato dallo studio Kengo Kuma & Associates.

La selezione del progetto consente di dare il via alle fasi successive, progettazione esecutiva, gare d’appalto, eccetera, che porteranno alla realizzazione  del progetto sul lungofiume cittadino.

Il V&A di Dundee, per la cui realizzazione si ipotizza la spesa di 45 milioni di sterline,  è progettato per integrarsi all’interno di un nuovo sistema di spazi pubblici che collegheranno il centro attuale della città con la nuova struttura culturale del V&A. Questa rete sarà costituita dalla piazza della stazione ferroviaria, presto rinnovata, una nuova piazza urbana ad est dell’edificio, ed una piazza antistante l’ingresso del museo che rimodellerà il lungofiume, trasformandolo in uno spazio sociale in grado di ospitare mostre temporanee, eventi e padiglioni estivi.

Gli spazi esterni del museo, con la passeggiata sul nuovo lungofiume, creeranno una connessione senza soluzione di continuità tra interno ed esterno. Dove la piazza incontrerà la facciata in pietra, la pavimentazione si trasformerà in una piattaforma di legno che dividerà letteralmente il museo in due parti simmetriche, riconnettendosi poi organicamente al lungofiume sul lato est dell’edificio. Questo creerà un coinvolgente rapporto dinamico tra il lungofiume, la passeggiata coperta e il V&A, evitando la percezione del museo come di un oggetto a sé stante.

Una grande hall d’ingresso funzionerà anch’essa come piazza pubblica vivace e flessibile, in grado di ospitare una varietà di usi quali concerti, laboratori d’arte, installazioni, grandi mostre, opere d’arte e altro ancora. Gallerie espositive di grandi dimensioni, un centro ‘Design In Action’, museum shop, bar e ristorante sono solo alcune delle funzioni che questo spazio ospiterà, attirando visitatori internazionali e cittadini.

Una grande scalinata lungo la facciata della hall d’ingresso, interamente aperta verso lo spazio a tutta altezza, collegherà quest’ultima agli spazi espositivi del piano superiore: la galleria principale di 1200 metri quadri – lo spazio espositivo più grande della Scozia – ed il National Scotland Design Centre, che ospiterà collezioni semi-permanenti di design internazionale e scozzese.

Il Design Centre, posto sopra la hall, di fronte alla galleria principale, comprenderà uno spazio di lavoro a doppia altezza, visibile ai visitatori, ma solo da un preciso punto di vista, in modo da non disturbare i designer al lavoro. Il museo offrirà anche una vista spettacolare sul fiume Tay dalla terrazza sospesa del bar e del ristorante.

cm

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here