Oma e Olin per l’11th Street Bridge Park

L'11th Street Bridge Park innevato (foto di Oma - Luxington)
L’11th Street Bridge Park innevato (foto di Oma – Luxington)

Il concorso di progettazione per l’11th Street Bridge Park di Washington ha avuto quali vincitori gli studi Oma ed Olin che, insieme, prevedono di trasformare la struttura autostradale, sul fiume Anacostia, in uno spazio stratificato, concepito per accogliere le funzioni richieste dal bando di concorso, consistenti in un parco lineare sospeso ed il nuovo spazio civico.

Il ponte, parte della riqualificazione paesaggistica lungo il fiume Anacostia a Washington (foto di Olin)
Il ponte, parte della riqualificazione paesaggistica lungo il fiume Anacostia a Washington (foto di Olin)

“Il progetto 11th Street Bridge Park è un’incredibile opportunità per contribuire al tessuto civile di Washington DC, attraverso la progettazione di un paesaggio multifunzionale iconico che promuove la salute del fiume e le comunità ad esso adiacenti, agendo come modello a livello nazionale e globale” spiega il partner di Olin, Hallie Boyce.

La struttura stratificata a forma di "X" (foto di Oma - Luxington)
La struttura stratificata a forma di “X” (foto di Oma – Luxington)

Oltre ad essere stato votato dalla giuria unanime, al progetto di Oma ed Olin è stato riconosciuto sia, il maggior punteggio da parte del “Comitato di Sorveglianza per la Progettazione”, composto da soggetti locali interessati; che, il favore del sondaggio dell’opinione pubblica rispetto ai quattro progetti finalisti presentati.

Un'estremità dell'11th Street Bridge Park, sospesa sul fiume (foto di Oma - Luxington)
Un’estremità dell’11th Street Bridge Park, sospesa sul fiume (foto di Oma – Luxington)

La progettazione del ponte prevede uno spazio incernierato nel centro della struttura, in modo tale che i due livelli principali, che la compongono, possano formare una figura ad x, con due estremità rialzate verso l’alto.

Visualizzazione dei molteplici ambiti funzionali del ponte (foto di Oma - Luxington)
Visualizzazione dei molteplici ambiti funzionali del ponte (foto di Oma – Luxington)

Questa configurazione permette di accogliere programmi funzionali molteplici, come uno spazio per preformance, aree di ristoro e caffè, piazze, prati, terreni per agricoltura urbana.

Diagramma funzionale (foto di Oma)
Diagramma funzionale (foto di Oma)

“Il nostro design crea letteralmente un incrocio e uno spazio dinamico a più livelli per entrambi i lati del fiume”, ha spiegato il Partner in Charge di Oma, Jason Long, che prosegue: “Il ponte funziona allo stesso tempo come un elemento di mediazione per entrambi i lati del fiume; un punto panoramico con ampie viste; una struttura in grado di realizzare programmi di accoglienza e spazi pubblici dove i due percorsi si incontrano. La forma risultante del ponte crea un incontro iconico, una “X” immediatamente riconoscibile nella tradizione urbana di Washington”.

Il ponte visto dalla sponda del fiume (foto di Olin)
Il ponte visto dalla sponda del fiume (foto di Olin)

Il concorso è stato organizzato dal governo di Washington DC, in collaborazione con un associazione non-profit locale, con l’obbiettivo di garantire il finanziamento per il progetto Bridge Park 11th Street.

Lo spazio pubblico nel centro della struttura (foto di Oma)
Lo spazio pubblico nel centro della struttura (foto di Oma)

Una campagna di raccolta fondi tra donatori pubblici e privati ha raccolto un milione dollari, e finora a questi si aggiungono ulteriori 14,5 milioni di dollari stanziati da parte del governo di Washington. Infine, con la selezione del progetto, è stata aperta una nuova campagna di finanziamento per ottenere i fondi complessivamente necessari per il ponte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO