Oma vince il concorso per l’Essence Financial Building

 

Vista notturna del progetto (immagine Oma)

Oma ha vinto il concorso di progettazione per l’Essence Financial Building a Shenzhen, in Cina.

Il progetto, guidato da David Gianotten e Rem Koolhaas, partners Oma, e pensato come una torre per uffici di nuova generazione per Shenzhen, è stato scelto tra le proposte presentate da quattro studi di architettura internazionali.

L’intervento, che sorge nella zona di Sviluppo finanziario di Shenzhen, riflette su come le forze emergenti nel mondo degli affari e la società potrebbe modellare una tipologia di torre per uffici contemporanea. L’edificio sfida le numerose convenzioni che regolano i progetti su questo tema, in particolare il sistema a nucleo centrale e i courtain wall.

David Gianotten ha commentato: «Oma è molto entusiasta della sua partecipazione continua e approfondita nello sviluppo di Shenzhen, tanto più che la città si trova attualmente in piena evoluzione: da città manifatturiera  a centro di servizi. Questa nuova generazione di urbanistica richiede una nuova generazione di torri per uffici di cui l’Essence Financial Building potrebbe essere parte»

Immagine Oma


Si tratta del secondo intervento Oma a Shenzhen: Shenzhen Stock Exchange, per il quale Oma ha vinto il concorso nel 2006, sarà completato entro aprile 2013.

L’Essence Financial Bullding sposta il nucleo centrale ai bordi del piano, liberando la pianta in modo da permettere una più ambia libertà di configurazione degli uffici secondo le specifiche esigenze. La soluzione consente anche di creare connessioni dirette tra i piani per relazionare fisicamente e visivamente i vari reparti.

L’edificio razionalizza i programmi in volumi unici, che vengono poi manipolati per creare la particolare forma della costruzione, una piattaforma panoramica con vista sul Golf club di Shenzhen e spazi esterni ricreativi ombreggiati per il personale.

La facciata dell’edificio è una traduzione architettonica del sole e degli schemi di guadagno solare, differente a seconda della vista su cui affaccia. Ogni prospetto assume così un modello unico: le facciate rivolte verso est e ovest sono meno penetrabili, in risposta alla bassa incisività dell’irraggiamento, mentre la facciata sud è dotata di aperture graduate: la dimensione delle finestre lungo l’edificio aumenta in proporzione alla diminuzione della penetrazione solare. La facciata nord si apre verso via Fuhua First Road.

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Sadi, Yrg, Swa, Inhabit e Aecom.

Immagine Oma
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here