Pioppo made in Italy

Pop.for.Pav, progetto vincitore del MonaLisa Digital Design. Immagine Woodlab

MonaLisa Digital Design Workshop è un’iniziativa promossa dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino e dal Comitato Tecnico PioppOk di Conlegno, in collaborazione con Assopannelli-FederlegnoArredo e Pro-Populus, per promuovere il tema della valorizzazione del compensato di pioppo nell’ambito della ricerca tecnologica e progettuale.

Pop.for.Pav  è il progetto vincitore del workshop: si tratta di una struttura alberiforme che, come un pioppeto, è caratterizza da una scansione regolare di alberi costituiti da elementi piani in compensato di pioppo. Il progetto nasce con  l’intento di ricreare un ambiente naturale legato al pioppeto, riproponendo la crescita dell’albero in vivaio attraverso l’accostamento di elementi piani a dimensione variabile.

Nella fase iniziale lo sviluppo del progetto avviene in maniera bidimensionale, poiché rappresenta la crescita iniziale del fusto dell’albero. Man mano che si progredisce, invece, gli elementi si sviluppano anche nelle tre dimensioni attraverso elementi curvati, così da poter dare forma alle chiome crescenti. Queste ultime sono state generate attraverso una ramificazione degli elementi piani, seguendo una logica frattale, e sono disposte secondo una sequenza crescente che determina un’architettura in grado di illustrare le caratteristiche e la versatilità del compensato di pioppo.

Un pioppeto

Progettato  in modo da risultare un elemento chiuso che genera un ambiente coperto, ma che allo stesso tempo dà la possibilità di potervi vedere attraverso come avviene nei pioppeti, grazie alla scansione regolare degli alberi il padiglione mette in contatto visivo chi si trova all’esterno con chi e cosa si trova all’interno di esso, e viceversa.

La curvatura conferita ai componenti durante il montaggio avviene mediante il posizionamento di una coppia opposta di alberi per volta, messi in tensione attraverso l’uso di cunei in compensato che evidenziano la flessibilità di materiale che può essere curvato anche senza subire un processo industriale.

Grande merito del progetto  consiste nell’instaurare un dialogo tra l’innovazione tecnologica, che investe i processi di progettazione ed esecuzione ed un materiale della tradizione italiana quale il compensato di pioppo, dalle particolari qualità estetiche e di sostenibilità.

Contestualmente all’iniziativa è stato presentato il marchio “100% Poplar Made in Italy”, un certificato di garanzia a disposizione delle aziende dal 18 ottobre 2012.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here