Più forte del Kevlar

Micrografia dei nanocristalli di cellulosa combinati con fibre di pmma (foto courtesy of Us Forest Service)

Un legno a base di nanomateriali, composto da nanocristalli e nanofibre di cellulosa,  è in corso di valutazione presso il Forest Products Laboratory, a sostegno di un progetto presso il Laboratorio di Ricerca dell’Esercito ad Aberdeen, nel Maryland.

Il materiale, presumibilmente più forte del Kevlar, è in via di produzione per creare composizioni chiare come il vetro rinforzato. Il servizio forestale statunitense ha avviato un impianto pilota, costato 1,7 milioni dollari, in Wisconsin per sviluppare nanomateriali a base di legno altamente performanti

In fase di sviluppo da tre anni, il materiale ha il potenziale per essere la versione più forte ed otticamente più chiara delle nano-fibre di cellulosa. Essendo il legno una risorsa rinnovabile, il Forest Products Laboratory è ottimista sul fatto che il materiale entri nel mercato, contribuendo a ridurre il consumo di combustibili fossili e le emissioni di gas a effetto serra e promuovendo la crescita del settore nelle aree rurali.

cm

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here