Playful Inter-action: progetto Alcantara-Maxxi

Progetto Alcantara-Maxxi presenta Playful Inter-action

Terzo ed ultimo appuntamento frutto della collaborazione tra Maxxi e Alcantara, la mostra Playful Inter-action affronta un aspetto noto e, tuttavia, fino ad ora, mai compiutamente esplorato: la sensorialità del materiale. Playful Inter-action sarà inaugurata oggi al Maxxi e proseguirà fino al 5 gennaio 2014 mettendo in primo piano il percorso creativo avvenuto tra Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo ed il marchio Alcantara.

Fabrica: Pendulu

Attraverso uno scambio di competenze la collaborazione ha dato spazio, nelle due precedenti edizioni, a designer affermati e giovani talenti internazionali, coinvolgendo quest’anno Fabrica e Lo studio Minale-Maeda, per volontà dei curatori della mostra Giulio Cappellini (Art Director di Alcantara) e Domitilla Dardi (Design Curator di Maxxi Architettura).

Minale-Maeda: Essences, Compounds, Particles

I due curatori hanno scelto i team di designer per il loro ruolo da protagonisti nell’interaction design e nel design di relazione: l’interattività è l’aspetto fondamentale della mostra che mira a costituire associazioni tra il senso tattile e gli altri sensi uditivo ed olfattivo nell’interpretazione multisensoriale del materiale.

Il risultato è una sorta di sinestesia, in cui il visitatore è invitato ad assaporare con le proprie azioni la matericità degli elementi realizzati. Alcantara ha infatti infinite possibilità di applicazione, innumerevoli cromie e texture tanto da rimanere un elemento, seppur conosciuto, solamente intuito proprio per le sue numerose sfaccettature.

Il progetto Fabrica, quindi, procede nella dimensione sonora attivando, attraverso un sistema tecnologico, l’iterazione tra opera d’arte e visitatore mentre Lo studio Minale-Maeda lavora nel campo dell’universo olfattivo, entrambe indagando profondamente la forza espressiva di Alcantara.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here