Progetto Galileo. Una rete di valore per la riqualificazione energetica

Versalis_Eni. Progetto Galileo
Versalis_Eni. Progetto Galileo

Presentato lo scorso agosto, in occasione della Giornata Galileo, il Progetto Galileo è stato lanciato oggi da Versalis, società chimica di Eni, leader nella produzione di intermedi chimici e polimeri, che ha incontrato i professionisti del settore edilizia e costruzioni e le associazioni dei consumatori. Grazie alla collaborazione con partner ed esperti, Versalis con il Progetto Galileo intende creare una filiera integrata per promuovere l’efficienza e la cultura del risparmio energetico attraverso una innovativa tipologia di prodotti e di metodiche applicative per l’isolamento termico degli edifici.

Versalis_Eni. Progetto Galileo
Versalis_Eni. Progetto Galileo

Il Progetto Galileo prende nome da una nuova gamma di Polistirene Espandibile (Eps) prodotto da Versalis denominata Extir  CM Galileo. Questi prodotti sono ampiamente utilizzati nel cosiddetto “sistema a cappotto”, noto a livello internazionale con il nome di Etics (External Thermal Insulation Composite System). Si tratta di una tipologia di rivestimento che impiega una specifica serie di componenti i quali, assemblati tra loro, sono in grado di fornire un efficace isolamento termico e una finitura resistente alle intemperie, con importanti vantaggi economici ed ambientali. L’Eps è un materiale estremamente leggero costituito al 98% di aria e solo al 2% di materiale plastico che rende energeticamente più efficienti gli edifici, limita l’impatto sull’ambiente (riduzione CO2 ed emissioni inquinanti) e consente un risparmio concreto sulle bollette energetiche. Risultato dell’impegno nella ricerca di Versalis, questo materiale nasce dallo sviluppo di una innovativa tecnologia che riduce sensibilmente l’uso di acqua di processo nel ciclo produttivo.

[vimeo]https://vimeo.com/121368880[/vimeo]

Per l’attuazione del Progetto Galileo, Versalis si avvale della collaborazione di ClimAbita, fondazione non profit che promuove la cultura del costruire sostenibile; con le aziende produttrici di lastre isolanti, tra cui la rete d’imprese EPSItalia, di cui fanno parte Fortlan-DiBi, Sive, STS Polistiroli e Sulpol, e  Polisette e Rexpol; con i produttori di sistemi a cappotto certificati Eta 004 (European Technical Approval) quali Baumit Italia, Ivas, Licata&Greutol, Materis Paints operante con i marchi Settef e Viero e PPG Univer, operante con i marchi commerciali Sigma Coatings e Univer. Una filiera integrata, con il ruolo di garante di qualità affidato alla Fondazione ClimAbita, costituita per assicurare l’utente finale dell’adeguatezza del proprio investimento e per verificare la correttezza di tutte le fasi del processo. A questa si aggiunge la disponibilità di un importante istituto di credito nazionale che, a fronte delle analisi di ClimAbita, valuterà la possibilità di erogare un finanziamento agevolato. il Progetto Galileo, Versalis conferma l’impegno nella continua innovazione dei propri prodotti, promuovendo nuove soluzioni di business sostenibili per una chimica che guarda al futuro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO