Protocollo d’intesa tra gli architetti italiani e libici

Martedì 24 settembre 2013 a Roma si è siglato l’accordo tra il Consiglio Nazionale degli Architetti e il Consiglio Libico di Architettura: l’inizio di una collaborazione che vedrà nei prossimi mesi il lancio congiunto di concorsi di progettazione per il recupero delle architetture italiane presenti in Libia danneggiate nel corso degli ultimi eventi che hanno coinvolto il Paese africano.

Il Protocollo d’intesa tra il Consiglio Libico di Architettura e il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori Italiani si propone inoltre di promuovere lo sviluppo degli scambi culturali e di attività professionali comuni, tra le quali  l’implementazione di accordi per lo sviluppo delle attività degli architetti italiani e libici; la ricerca congiunta nello scambio di know how nei settori della progettazione e della pianificazione, del project management e del project financing; la definizione e lo sviluppo di progetti comuni per valorizzare la cooperazione; l’organizzazione di eventi quali fiere, mostre, tavole rotonde, in entrambi i Paesi, di concorsi di progettazione e di idee, nonché di corsi e di seminari di formazione e di specializzazione; la partecipazione a tender internazionali istituzionali che coinvolgano sia l’Italia che la Libia.

L’accordo è parte del “Progetto di Internazionalizzazione” che il Consiglio Nazionale ha sviluppato per individuare nuove opportunità per i progettisti italiani, valorizzandone competenze e professionalità.

L’iter burocratico dell’accordo si concluderà nel mese di ottobre con la seconda firma a Tripoli, in occasione della quale verrà inaugurata una mostra sull’Architettura Coloniale in Libia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here