ReMade in Italy

Venerdì 23 novembre, in chiusura della 13. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, Mibac –Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Legambiente, propongono ReMade in Italy. La sfida del futuro: come ripartire? Dove andare?, una giornata di incontri sui temi della sezione finale del Padiglione Italia: strategie di contenimento del consumo di suolo come punto di partenza per ragionare di crescita urbana; recupero e valorizzazione dello spazio pubblico reale e virtuale (come quello generato dall’esperimento di comunità online GranTouristas), ascolto e sostegno delle forme di economia radicate nella difesa e valorizzazione del territorio, dell’ambiente e più in generale del common ground che ci tiene insieme.

Vuoti urbani e spazio pubblico saranno l’argomento di discussione per Ivanilpoeta, Alberto Iacovini di ma0, Claudia Marcon di Stradivarie Architetti, Daniela Moderini, Annalisa Pecoriello di CittàBambina e Paolo Mestriner di Paesaggistraordinari, moderati da Alessio Battistella, di Arcò.

Su Consumo di suolo e crescita urbana si confronteranno Ferruccio Favaron del Cnappc, Ezio Micelli, Assessore all’Urbanistica di Venezia, Stefano Salata del Centro Ricerche Consumo di Suolo ed Edoardo Zanchini di Legambiente, con la moderazione di Matteo Costanzo e Gianfranco Bombaci di 2a+p/a.

Coomon ground, made in Italy e altra economia vedrà invece la partecipazione di Andrea Balestrero e Antonella Abruzzese di A12, Luca Diffuse, Johnny Dotty di Welfare Italia, Lorenzo Romito di Stalker/Common Design e Michele Savorgnano di Spiazzi, modera Marialuisa Palumbo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here