Resourceful Fallibility: frammenti lignei per una nuova architettura

Visualizzazione del progetto Resourceful Fallibility (foto di Wangshu Zhou e Jieru Ding)
Visualizzazione del progetto Resourceful Fallibility (foto di Wangshu Zhou e Jieru Ding)

Il progetto Resourceful Fallibility realizzato alla Bartlett School of Architecture da Wangshu Zhou e Jieru Ding esplora la relazione tra le proprietà dei materiali in legno massello e la tecnologia di fresatura a controllo numerico. Attraverso lo studio del materiale, indagando gli effetti fisici dell’usura e perforazione del legno, comprese le tracce e i residui che derivano da tale processo, è stato ideato un sistema che intende tramutare questi “frammenti” indefiniti in elementi progettabili nella loro dimensione e distribuzione.

Spaccato assonometrico dell'ampliamento dello Hanging Temple, Cina (foto di Wangshu Zhou e Jieru Ding)
Spaccato assonometrico dell’ampliamento dello Hanging Temple, Cina (foto di Wangshu Zhou e Jieru Ding)

L’applicazione di questo tipo di progettazione dei materiali è stata proposta per l’estensione del Hanging Temple, nella provincia di Shanxi, Cina. Tale proposta miria a raggiungere tre scopi architettonici per il tempio, composto da delicate strutture in legno: in primo luogo, si vuole ricostruire la struttura del tetto per regolare il movimento di deflusso d’acqua, evitando i danni causati dalla pioggia; poi s’intende guidare l’acqua piovana in parti specifiche del tempio, dove si trovano i nuovi giardini verticali idroponici; infine, si prevede di combattere l’aumento dell’usura causata dal turismo, offrendo nuovi spazi interni e un nuovo percorso di circolazione.
Per la costruzione e l’assemblaggio, un sistema modulare di piccole componenti in legno garantirebbe la flessibilità morfologica e la destrezza della forma progettata in quanto aggregato: interbloccato dai tradizionali elementi cinesi di mortasa e tenone, il sistema modulare si propone una sfida rispetto all’uso di “rifiuti” materici della fresatura ed anche nei confronti del rapporto tra edificabilità e personalizzazione.

Sezione e render delle strutture lignee proposte (foto di Wangshu Zhou e Jieru Ding)
Sezione e render delle strutture lignee proposte (foto di Wangshu Zhou e Jieru Ding)

La fabbricazione del legno gioca un ruolo significativo nel campo della fabbricazione digitale, mediando il grande salto dalla produzione artigianale all’era digitale. Il design del 21° secolo ha come ruolo quello di rinnovare il rapporto tra la tecnologia di fabbricazione digitale, lottando, come fa, con la prevedibilità e la mancanza di materiale, e le nozioni di artigianato, che sono dispendiose in termini di tempo ed esclusività.
Per questo, il legno è trattato come materiale tradizionale che guida la produzione su misura realizzate con profonda precisione e una maggiore economia rispetto al passato, determinando un vero spirito artigianale alla fabbricazione digitale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO