Ricerca e innovazione faranno ripartire il Paese

Durante una recente visita al modernissimo i.lab, Centro Ricerca e Innovazione di Italcementi, inaugurato nell’aprile dell’anno scorso, la Vice presidente di Confindustria con la delega a Ricerca e Innovazione, Diana Bracco, che ricopre anche la carica di presidente di Expo 2015 Spa e Commissario Generale per la realizzazione del Padiglione Italia a Expo 2015, che ha visitato i.lab, il Centro Ricerca e Innovazione di Italcementi – ha sottolineato come nell’innovazione risieda la chiave per aprire il lucchetto della catena che sta tenendo prigioniero il nostro Paese.

Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi Group, mostra a Diana Bracco una parete realizzata con i.Light, utilizzato per la prima volta nel padiglione italiano di Shanghai

«Ho visitato con grandissimo interesse il nuovo Centro Ricerca e Innovazione di Italcementi e mi hanno molto colpito i materiali innovativi con cui è stato costruito- ha detto Diana Bracco -. Già all’Expo di Shanghai ero rimasta affascinata dal cemento trasparente i.light con cui era ricoperta parte del Padiglione Italiano. Qui si tocca davvero con mano che il futuro delle imprese dipende dalla ricerca e dalla capacità di coniugare sviluppo economico e sostenibilità. In un periodo di crisi dell’edilizia Italcementi ha saputo investire in qualità e innovazione a dimostrazione che la ricerca è un modo per agganciare la ripresa.

Diana Bracco e Carlo Pesenti, in un’area esterna dell’i.lab che ospita le sedute realizzate con Effix Design di Italcementi

Ora più che mai dobbiamo puntare su R&I per uscire dalla crisi. Lo dobbiamo fare noi imprenditori, varando con fiducia nuovi progetti, nuove idee, nuovi investimenti, perché le imprese devono continuare a fare la loro parte per poter poi chiedere alle Istituzioni di fare la loro. Infatti, occorrono politiche che ricreino un contesto favorevole agli investimenti, alla specializzazione produttiva e all’innovazione. Perché, lo sappiamo bene e lo ripetiamo da tempo, la crescita non può che fondarsi su un ampio e continuo processo di innovazione, nelle imprese così come nel Paese. In risposta alle richiesta del mercato Italcementi ha saputo creare prodotti ad alto valore prestazionale, efficaci e sostenibili al tempo stesso.

Il progetto di Palazzo Italia per Expo 2015 vincitore del concorso. È firmato da Nemesi & Partner. Proger e Bms Progetti

Proprio l’Innovazione sarà uno dei leitmotiv dell’Expo di Milano. Il concetto stesso di competitività attraverso la sostenibilità sarà la stella polare dell’Esposizione Universale. Le imprese italiane si prefiggono di utilizzare l’Expo, e in particolare il Padiglione Italia – un luogo unico capace di coniugare tradizione e innovazione, passato e futuro – per valorizzare le nostre numerosissime eccellenze produttive, tecnologiche e scientifiche in settori con un alto potenziale di crescita legati proprio allo sviluppo sostenibile e alle energie rinnovabili. Per questo penso che i nuovi prodotti di Italcementi potranno senz’altro arricchire il nostro Padiglione».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here