Ricercatori, digitale e sostenibilità

La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei, con l’obiettivo di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.

Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti.

L’Italia ha aderito da subito all’iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio.  Venerdì 28 settembre 2012, in coincidenza con la Notte Europea dei Ricercatori, si terrà l’Open Day del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano: dalle 20 alle 22, presso l’Auditorium, sarà protagonista il comitato Nuvolaverde, presieduto da Enzo Argante. Il comitato, promosso dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con Premio Areté, Piccola e Media Confindustria, Expo 2015, Abi, Anitec, si occupa di promuovere lo sviluppo sostenibile attraverso l’economia digitale, configurandosi come un raccordo tra pubblico e privato per un sistema ispirato alla green economy. Proseguendo la linea programmatica tracciata dal Nuvolaverde Day di giugno, il tema  dell’incontro sarà la “scienza” e la “fantascienza” del digitale per la sostenibilità, sul quale verteranno gli interventi di dirigenti, rappresentanti di istituzioni e professionisti dell’ecosostenibilità, che si alterneranno sul palco dopo la presentazione di Argante. Ciascuno proporrà idee, progetti e riflessioni riguardo l’utilizzo della tecnologia digitale per la gestione della conoscenza, per la salute e la mobilità sostenibile, nell’ottica di trasformare e rinnovare un sistema economico in crisi, proponendo nuovi modelli di lavoro, di impresa e di sociale. Verrà toccato anche il tema dell’incentivazione delle smart city, una delle più importanti direzioni di sviluppo del sistema economico, che innesca tutta una serie di opportunità per il mondo del lavoro, tra le quali diverse proposte operative per contrastare la disoccupazione, soprattutto quella giovanile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here