Ripensare Piazza della Scala a Milano

 

Vista aerea di Piazza della Scala e del centro di Milano (foto di Comune di Milano)
Vista aerea di Piazza della Scala e del centro di Milano (foto di Comune di Milano)

L’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano ha aperto il Concorso Internazionale di Idee per la risistemazione di Piazza della Scala, strutturato sul bando tipo proposto dalla piattaforma online concorriMi, istituita dallo stesso Ordine in collaborazione con quello degli Ingegneri di Milano ed il Comune.

A presentare l’apertura del concorso il Sindaco Giuliano Pisapia; Ada Lucia De Cesaris, sua Vice e Assessore all’Urbanistica Edilizia Privata e Agricoltura; Giovanni Bazoli, Presidente del Consiglio di sorveglianza di Banca Intesa SanPaolo; e Alberto Artioli, Sovrintendente ai beni architettonici e paesaggistici.

Il Sindaco Giuliano Pisapia ha ricordato l’importanza della piazza come spazio urbano, una scena su cui affaccia non solo uno dei teatri d’opera più rinomati al mondo, ma anche la Galleria del Mengoni e la facciata principale di Palazzo Marino, del Palazzo della Banca Commerciale Italiana – oggi rinnovata sede delle Gallerie d’Italia – e di Palazzo Beltrami, attuale sede della Ragioneria Comunale.

Il Teatro alla Scala e Largo Ghiringhelli 2014 (foto di Comune di Milano)
Il Teatro alla Scala e Largo Ghiringhelli 2014 (foto di Comune di Milano)

Il concorso intende valorizzare i caratteri consolidati in questo luogo ma allo stesso tempo migliorarne la fruizione da parte dei cittadini, qualificando una tipologia di spazio pubblico tipicamente italiana, la piazza, assai rara a Milano, città che cela la maggior parte dei suoi spazi migliori all’interno di corti.

Non ultimo, la piazza come parte integrante di un sistema pedonale che raccoglie le più importanti istituzioni museali cittadine: il museo del teatro, Gallerie d’Italia, la Casa Museo di Alessandro Manzoni, il Museo Poldi Pezzoli, il Museo della Fabbrica del Duomo, Palazzo Reale, il Museo del ‘900, il Castello e le sue molteplici collezioni. Un progetto, sottolinea il Sindaco, che non poteva prendere forma se non grazie alla stretta collaborazione tra istituzioni e privati, tra Intesa SanPaolo e Comune di Milano, ma anche con gli Ordini territoriali degli Architetti e Ingegneri. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte progettuali è fissato al 4 giugno 2015.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO