Ripensare lo spazio in un appartamento romano

Vista dello spazio living di soggiorno e cucina (foto di D. Basili - E. Tonti)
Vista dello spazio living di soggiorno e cucina (foto di D. Basili – E. Tonti)

Nel quartiere Prenestino di Roma, gli architetti Deborah Basili ed Eva Tonti hanno progettato la ristrutturazione totale di un appartamento situato in un edificio della fine degli anni Sessanta: demolizione e ricostruzione di tutti i tramezzi, rifacimento dell’impiantistica, idraulica ed elettrica, e posa in opera di nuovi rivestimenti e pavimenti.

Planimetrie dello stato di fatto e del nuovo progetto (foto di D. Basili - E. Tonti)
Planimetrie dello stato di fatto e del nuovo progetto (foto di D. Basili – E. Tonti)

Un simile intervento, che prevedeva un rifacimento globale dell’appartamento ha permesso di ripensare completamente lo spazio, stravolgendo il classico impianto distributivo composto da soggiorno, cucina corridoio e stanze e ha consentito l’utilizzo di materiali e superfici nuovi e moderni concedendo agli architetti l’occasione di imprimere la loro impronta all’intera abitazione.

Vista della cucina e dell'arredo integrato a parete, con rivestimento in travertino (foto di D. Basili - E. Tonti)
Vista della cucina e dell’arredo integrato a parete, con rivestimento in travertino (foto di D. Basili – E. Tonti)

L’idea principale è stata quella di utilizzare quanto più possibile tutti gli spazi a disposizione, sfruttando al massimo le pareti laterali, in cui sono integrati armadi, librerie e mensole.

Dettaglio della cucina (foto di D. Basili - E. Tonti)
Dettaglio della cucina (foto di D. Basili – E. Tonti)

Con una superficie calpestabile di circa 80 metri quadrati, l’appartamento è dotato di un soggiorno con cucina a vista, di un piccolo ma prezioso armadio lavanderia posizionato nella zona di disimpegno tra cucina e bagno di servizio, di una camera singola accessibile tramite un guardaroba passante e da una camera matrimoniale completa di bagno privato; due balconi a servizio degli ambienti principali consento allo spazio interno di espandersi rendendo più vivibile la residenza.

L'arredo della camera da letto (foto di D. Basili - E. Tonti)
L’arredo della camera da letto (foto di D. Basili – E. Tonti)

Gli spazi di distribuzione sono ridotti al minimo ed il passaggio tra i diversi ambiti funzionali è mediato dalle variazioni di quota ottenute attraverso la costruzione di gradini, funzionali, oltre al passaggio dei nuovi impianti, alla suddivisione in area pubblica e privata della casa.

Vista dei bagni (foto di D. Basili - E. Tonti)
Vista dei bagni (foto di D. Basili – E. Tonti)

Sottolinea la separazione tra gli ambiti funzionali anche il differente trattamento delle superfici: travertino per la cucina, la lavanderia, un bagno ed i balconi; parquet per soggiorno e camere da letto. Bianche le pareti, gli infissi e le opere di falegnameria.

Disegno esecutivo di uno dei bagni (foto di D. Basili - E. Tonti)
Disegno esecutivo di uno dei bagni (foto di D. Basili – E. Tonti)

Infine, grazie ad un gioco continuo tra salti di quota dei controsoffitti e luci, insieme al pavimento, anche l’impianto illuminotecnico risulta in perfetta sintonia con lo spazio e viene integrato tra gli arredi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO