Riqualificazione dei Docks

Il progetto di una delle corti interne (foto di 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo)

La riqualificazione degli spazi a terra e delle “caves” dei Docks è un intervento sulla sensibilità e la specificità del luogo collocato tra città e mare. Nello scantinato dei magazzini si crea un sistema spaziale aperto, articolato attorno a penetrazioni, trasparenze, nuove relazioni e diffuso fino all’acqua in una ricerca di permeabilità; è un’azione sul flusso delle persone, capace di modulare l’intensità dei luoghi, rivelandone la bellezza per offrirla in condivisione. La relazione urbana si sviluppa attraverso un duplice orientamento: tra il nord del centro contemporaneo e il sud della città storica; fra l’est della nuova città e l’ovest del porto, creando un rapporto di continuità attraverso gli edifici di testa dei Docks. Il progetto prevede la ridefinizione delle quattro corti – a uso commerciale, artistico e  culturale – generando zone di pausa lungo un percorso longitudinale il cui ruolo, dall’interno, si estende poi verso le piazze e le vie adiacenti. Il Porto, il Villaggio e il Mercato sono i tre temi significativi che, per mezzo di materiali sorprendenti, scenografie inattese e vegetazione adattata, danno vita ai nuovi spazi di questo simbolico edificio.

di Tino Grisi e Arianna Callocchia

Il percorso urbano lungo il bordo dell’edificio (foto di 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo)
Committente:
JPMorgan, Constructa
 Progetto architettonico e paesaggistico:
5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo:
Alfonso Femia, Gianluca Peluffo, Simonetta Cenci, Nicola Spinetto, Sara Traverso
con
Sara Gottardo, Valeria Parodi, Sara Massa, Luca Bonsignorio, Giulia Tubelli, Carola Picasso,  Lorenza Barabino, Alessandro Bellus, Etienne Bourdais, M. Cristina Giordani, Aude Rasson,  Francesco Busto, Valentina Grimaldi, Suzanne Jubert, Roberto Mancini
 
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here