Seinäjoki: la biblioteca nel centro civico di A.Aalto

Vista aerea del centro civico di Seinäjoki con gli edifici di Aalto e il nuovo inserimento (foto Hannu Vallas)
Vista aerea del centro civico di Seinäjoki con gli edifici di Aalto e il nuovo inserimento (foto Hannu Vallas)

Il centro civico di Seinäjoki è un complesso urbano disegnato da Alvar Aalto, un capolavoro di architettura moderna e un ambiente culturale di grande valore; la biblioteca è stata completata come parte del centro nel 1965.

La biblioteca con il suo rivestimento ramato (foto Mika Huisman)
La biblioteca con il suo rivestimento ramato (foto Mika Huisman)

Con l’espansione della città e l’evoluzione delle attività collegate, tuttavia, essa non era più in grado di soddisfare le esigenze odierne: come soluzione, la città ha deciso di “co-localizzare” un nuovo edificio in modo che potesse integrarsi al precedente in un unico insieme funzionale.

Il volume acutamente definito e attraversato dai vetri (foto Tuomas Uusheimo)
Il volume acutamente definito e attraversato dai vetri (foto Tuomas Uusheimo)

Un concorso di architettura organizzato nel 2008 ha visto vincitrice la proposta del gruppo di architetti finnici Jkmm. Il disegno del nuovo edificio intende rispettare il particolare tòpos urbano e culturale del luogo, pur considerandosi una coraggiosa dichiarazione di architettura contemporanea, in pratica, facendo riferimento alle caratteristiche uniche dell’architettura di Aalto, evitando comunque citazioni dirette o imitazioni tematiche.

L'interno della biblioteca come luogo d'incontro (foto Tuomas Uusheimo)
L’interno della biblioteca come luogo d’incontro (foto Tuomas Uusheimo)

Un’altra sfida importante da affrontare era il contenuto sempre in evoluzione delle attività nella biblioteca, il cui ruolo sta subendo una profonda metamorfosi per via del rapido cambiamento sociale e delle nuove modalità di comunicazione culturale e interpersonale.

La gradinata che scende verso il collegamento con gli spazi di Aalto (foto Tuomas Uusheimo)
La gradinata che scende verso il collegamento con gli spazi di Aalto (foto Tuomas Uusheimo)

La sua funzione principale diviene quella di fornire un ambiente per incontri, riunioni ed eventi, incoraggiando gli utenti a essere attivi, piuttosto che ricevere passivamente informazioni e servizi.

La zona a scaffali aperti (foto Mika Huisman)
La zona a scaffali aperti (foto Mika Huisman)

La nuova biblioteca è uno spazio pubblico versatile, flessibile e adattabile che attira i visitatori fornendo “esperienze” e a Seinäjoki, particolare attenzione è stata posta sulle collezioni per i gruppi di utenti più giovani. La divisione del nuovo edificio in tre sezioni ha contribuito a conciliare la sua notevole volumetria con la scala microurbana del centro civico.

Veduta esterna serale tra le betulle (foto Tuomas Uusheimo)
Veduta esterna serale tra le betulle (foto Tuomas Uusheimo)

L’edificio fa riferimento all’ambiente circostante, sorgendo al centro del parco pur con un aspetto plastico  rivelato in modo diverso dalle successive direzioni d’approccio.  Il rivestimento in rame delle facciate si distingue dal candore degli edifici circostanti, conferendo una personale vivacità alla struttura della nuova biblioteca.

La modellazione dei soffitti crea una dimensioen tattile e scabra che contrasta con il lindore degli spazi
La modellazione dei soffitti crea una dimensioen tattile e scabra che contrasta con il lindore degli spazi

Al suo cuore  sta un “terrazzamento” per la lettura il quale è anche sede di eventi e posto per trascorrere il tempo che conduce il visitatore alle collezioni del piano inferiore e, attraverso un passaggio sotterraneo, alla vecchia biblioteca.

La biblioteca è intes come luogo d'incontro dove l'utente si fa protagonista attivo della ricerca e dell'apprendimento
La biblioteca è intes come luogo d’incontro dove l’utente si fa protagonista attivo della ricerca e dell’apprendimento

Qui si conciliano due importanti temi degli interni: la necessità di fornire un luogo centrale di incontro e la creazione di un efficace collegamento funzionale con il corpo esistente; lo spazio digradante richiama le zone incavate tipiche delle biblioteche progettate da Aalto, il cui scopo era quello di offrire agli utenti una vista libera sugli scaffali dei libri.

Nella continuità aperta dello spazio si formano aree per l'ccoglienza e lo studio individuale
Nella continuità aperta dello spazio si formano aree per l’ccoglienza e lo studio individuale

Gli ambienti si fondono l’uno nell’altro in un open space che si apre alla vista dei punti di riferimento locali: il campanile della chiesa, la facciata a forma di ventaglio della vecchia biblioteca, la piazza e il teatro del centro civico.

L'ambiente gradonata si accosta  e dilata verso l'edificio adiacente l'interno della nuova costruzione
L’ambiente gradonata si accosta e dilata verso l’edificio adiacente l’interno della nuova costruzione

In questo senso vi è opposizione tra la nuova ambientazione e l’edificio aaltiano dove l’enfasi posta sulla luce naturale indiretta consente invece una vista limitata verso l’esterno. La costruzione ha una struttura con lunghe travature a ponte in cemento armato gettato a vista.

L'area relax
L’area relax

L’aspetto visivo dello zona principale è quindi dominato dalla superficie irregolare e non finita del calcestruzzo, mentre variazioni con vivaci rivestimenti “soft” sono introdotte negli ambienti minori e nelle aree relax in una ricerca di unione materica naturale e niente affatto ridondante.

di Arianna Callocchia

SCHEDA

Biblioteca civica, Seinäjoki, Finlandia, 2012
Committente
Città di Seinäjoki
Progetto
Jkmm Architects, progettista capo: Asmo Jaaksi, design team: Teemu Kurkela, Samuli Miettinen, Juha Mäki-Jyllilä, Aaro Martikainen, Teemu Toivio, Harri Lindberg, Päivi Meuronen.
Strutture
Magnus Malmberg/Eero Pekkari
Impianti
Ylitalo/Pekka Nykänen,Satakunnan Insinöörikeskus/Lauri Levo
Main contractor
Rakennusliike Timo Nyyssölä


Jkmm Architects
Asmo Jaaksi, Teemu Kurkela, Samuli Miettinen e Juha maki-Jyllilä formano dal 1998 lo studio Jkmm Architects.
Il loro approccio al design riflette i valori materiali e l’esteica del nord-Europa; loro opere recenti sono: la chiesa diViikki, la biblioteca di Turku, il centro culturale di Hämeenlinna e la casa per bambini a Saunalahti. L’ufficio ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il proprio lavoro, tra cui il Chicago Athenaeum International Architecture Award 2006. “Gli elementi chiave del nostro pensiero – dicono – sono: rispetto per la persona, chiarezza di pensiero, eccellenza tecnologica. Il risultato costruito finale è ciò che conta di più e lo sviluppo sostenibile è la nostra responsabilità chiave”.

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO