Social Housing ad Est

Il giorno 14 novembre, presso l’Ucimu di Cinisello Balsamo (Mi) la Camera di commercio Italo-Ceca organizza il convegno Social Housing nell’Est Europa tramite Rete di Imprese”  un incontro di presentazione e approfondimento sulla Rete di Imprese di Paesi dell’Est Europa per la programmazione e lo sviluppo nell’ambito del Social Housing.

All’incontro hanno confermato la presenza, tramite loro rappresentanti, le amministrazioni cittadine di Brno, San Pietroburgo, Minsk; operatori italiani quali E.I.R.E e Fondazione Cariplo Housing Sociale, enti pubblici del Sud Italia interessati alle esperienze delle Social Housing ed imprese che, attraverso la rete d’imprese e assistite da autorità locali ed europee, vogliono ricercare nuovi mercati.

L’iniziativa, promossa dalla Camera di Commercio Italia Repubblica Ceca, in collaborazione con Consorzio Progetta e con il patrocinio del Consolato della Repubblica Ceca a Milano intende recuperare il gap sul tema del Social Housing provocato dalla sostanziale dispersione del vastissimo settore abitativo pubblico seguita al crollo del socialismo e del blocco sovietico.

In particolare verranno seguiti interventi per l’edilizia e l’abitazione sociale in Repubblica ceca (Brno e Regioni Morave), Slovacchia (Bratislava), Ucraina (Kiev), Bielorussia (Minsk), Russia (San Pietroburgo), Polonia (Varsavia), Lituania (Vilnius), Cuba (L’Avana) che vedranno affiancate le amministrazioni pubbliche cittadine e operatori privati, sia locali sia provenienti da altri paesi.

I Paesi elencati collaboreranno attraverso il conferimento di terreni e immobili, tra i quali le strutture realizzate per il Campionato Europeo di Calcio 2012, garantendo agli investitori interessati procedure burocratiche semplificate.

Obiettivo comune è raggiungere la completa autonomia nella realizzazione dei progetti di Social Housing attraverso lo sviluppo di modelli finanziari, l’acquisizione di  capitali privati ai fini degli investimenti previsti, il recupero e la riconversione di edifici; sfruttando il know-how maturato dalle imprese italiane sia in ambito finanziario e organizzativo sia nel settore “green” della tutela ambientale.

Per l’aggiudicazione, l’esecuzione e la gestione dei programmi di Social Housing lo strumento operativo della rete di imprese si connota come il più adeguato, consentendo di aggregare imprese con specializzazioni diverse che possano garantire lo sviluppo degli interventi previsti e la realizzazione di progetti “chiavi in mano”, comprendenti progettazione, esecuzione, finanziamento e gestione delle strutture stesse.

In stretto rapporto con le Camere di Commercio locali, il Consorzio Progetta, in veste di capo fila, intende promuovere la costituzione di una o più reti di imprese attraverso cui traslare le esperienze italiane adattandole alle specificità dei diversi contesti nazionali.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here