Sprechi in sanità: cosa può fare la progettazione

L’ospedale è una costruzione complessa, caratterizzata da costi sociali, economici e ambientali estremamente elevati. Basti pensare al consumo di energia e ai suoi numerosi effetti negativi sull’ambiente (emissioni di sostanze inquinanti, produzione di rifiuti solidi e liquidi, consumo di risorse) o alle inefficienze funzionali, impiantistiche e di gestione o al suo impatto sul bilancio economico-sanitario. Si sottolinea quindi la necessità di dimensionare correttamente i nodi della rete dei servizi, programmare e pianificare tecnicamente ed economicamente interventi sulle strutture sanitarie e sviluppare un approccio di gestione sostenibile per coordinare le diverse politiche ambientali e sanitarie coerentemente con le risorse economiche disponibili. La sfida dei diversi Stati membri è pertanto incentrata sul comune obiettivo di contenere la crescita esponenziale dei costi sanitari, promuovendo al contempo l’efficienza operativa, che significa eliminare gli sprechi e aumentare la quantità e la qualità dei servizi erogati.

Per fare il punto su questi argomenti si terrà il 5 giugno al Politecnico di Milano (Aula E.N. Rogers) una conferenza internazionale dal titolo: “Sprechi in sanità. Strategie sociali, ambientali ed economiche per l’efficienza in sanità”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here