Stile italiano nel cuore creativo della City

 

Gli interni del Buckley Building di Londra (foto di Marzorati Ronchetti)
Gli interni del Buckley Building di Londra (foto di Marzorati Ronchetti)

Lo storico quartiere di Islington è oggi una delle zone di Londra più ambite da creativi, stilisti e designer, ricca di negozi alla moda e di locali di tendenza. L’area di Clerkenwell Green si trova proprio al centro di questo quartiere e, unica nel suo genere, è dominata dall’austero profilo del Buckley Building, un’ex opificio degli anni Trenta recentemente rinnovato quale sede di rappresentanza d’importanti brand internazionali.

Particolare delle scale e le lavorazioni metalliche inserite nell'edificio (foto di Marzorati Ronchetti)
Particolare delle scale e le lavorazioni metalliche inserite nell’edificio (foto di Marzorati Ronchetti)

Nei 7.910 metri quadrati di spazio dell’edificio sono distribuiti ambiti sofisticati, completamente eco-sostenibili, che culminano in una spettacolare terrazza dal panorama mozzafiato sui tetti londinesi. Il progetto dello studio BuckleyGrayYeoman Architecture, ha esaltato i tratti originari di questo edificio industriale: sulle facciate si alternano fasce intonacate a murature in mattoni a vista, scandite dalle classiche finestre “Crittal” dall’accentuato taglio verticale. L’architettura d’interni gioca un ruolo determinante, per la qualità delle dotazioni tecnologiche e soprattutto per il contenuto estetico degli spazi, le cui scelte sono state calibrate mediante una ristretta tavolozza di materiali grezzi, trattati con raffinatezza.

Gli elementi metallici degli interni, con spessore elevato e piegatura a spigolo vivo (foto di Marzorati Ronchetti)
Gli elementi metallici degli interni, con spessore elevato e piegatura a spigolo vivo (foto di Marzorati Ronchetti)

Dai pavimenti in cemento lucidato emergono pilastri e pareti realizzati con i laterizi color ruggine, tipici dell’edilizia industriale inglese; mentre sobrie colonne d’acciaio verniciate di nero ritmano gli ampi open space, inondati dalla luce tersa che entra attraverso le ampie vetrate. Tutte le partizioni ed i rivestimenti interni in acciaio sono stati fabbricati e posati in opera da Marzorati Ronchetti. Prodotti nello stabilimento di Cantù, pareti, porte, scale, balaustre, corrimani, e persino gli splash panel dei lavabi ed i pannelli di fondo delle toilette, caratterizzano lo spazio di questa felice realizzazione. Ambito particolarmente rappresentativo dell’edificio è senz’altro la reception, con pannelli a parete in ferro nero, finiti a cera, che creano uno sfondo in varie tonalità di grigio screziato, funzionale nel diffondere con discrezione la luce naturale senza ricorrere a superfici riflettenti.

[contact-form][contact-field label=’Nome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’E-mail’ type=’email’ required=’1’/][contact-field label=’Sito web’ type=’url’/][contact-field label=’Commento’ type=’textarea’ required=’1’/][/contact-form]

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO