Summer Houses a Spotorno (Sv) – Ariu+Vallino architetti associati

La località in cui lo studio d’architettura Ariu+Vallino ha operato si trova ai limiti di una vasta pineta ligure piantumata alla fine del XIX secolo; il sito era occupato da una struttura alberghiera costruita negli anni ’30, alterata successivamente da innumerevoli superfetazioni. Lasciato in stato di abbandono per alcuni decenni, l’Amministrazione Comunale e l’immobiliare proprietaria del manufatto hanno preferito prevederne la demolizione al fine di una maggiore valorizzazione dell’area a presidio della pineta che definisce lo skyline di Spotorno. Dopo un primo progetto in stile “vernacolare” elaborato da progettisti locali, che aveva lasciato perplessi proprietari e tecnici della Sovrintendenza, lo studio Ariu+Vallino è stato invitato a proporre una nuova soluzione più integrata con il paesaggio.

Il nuovo complesso è articolato in più volumi semplici, gradonati, che seguono l’andamento morfologico del territorio, nonché l’orientamento est-ovest tipico degli insediamenti liguri. Questa configurazione permette il ripristino morfologico del paesaggio della pineta di Spotorno, parzialmente alterata dal preesistente blocco alberghiero. I volumi edilizi sono frammenti disposti seguendo le curve di livello ricavate ricostruendo la topografia della collina.
Dal punto di vista disciplinare la metodologia progettuale applicata riprende i principi insediativi locali, evocando le composizioni di volumi semplici addizionati, e nello stesso tempo la tradizione dell’architettura organica, in particolare le sperimentazioni dei Maestri Wright, Aalto, Daneri e la cultura moderna dell’abitare in Liguria (Ponti, Zanuso, Mosso, Galvagni, per esempio).

Continua a leggere su www.arketipomagazine.it

Summer Houses (Spotorno)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here