Superfici solide ed espressive per ‘l’Atelier de l’architecte’

Vista dell' Atelier de l'architecte (foto di Prefa/Croce)
Vista dell’ Atelier de l’architecte (foto di Prefa/Croce)

L’Atelier de l’architecte, nel comune francese di Douvaine in Alta Savoia, accoglie lo studio d’Architettura di Xavier Fromont, ed è stato realizzato dallo stesso architetto insieme alla moglie Rachel.

Per la coppia di architetti la progettazione del proprio studio, prende le mosse dalla concezione dell’ambiente professionale quale “spazio vitale primario”, e in quest’ottica si è sviluppata la ricerca architettonica che ha messo in primo piano il benessere abitativo e la funzionalità. L’Atelier si configura come un ambiente lavorativo dinamico, solido e caratterizzato da un elevato valore espressivo in cui apparenti contraddizioni si incrociano e si fondono, arrivando a creare una sintesi armoniosa.

L'Atelier si trova a Douvaine, nell'Alta Savoia (foto di Prefa/Croce)
L’Atelier si trova a Douvaine, nell’Alta Savoia (foto di Prefa/Croce)

L’originale architettura, il cui rivestimento esterno è stato realizzato con il pannello in alluminio per copertura e facciata Prefa FX.12 in colore nero, è caratterizzato da un volume massiccio e forme strutturali rigorose; offre alla vista un aspetto estetico dalla forte personalità, arricchito dalla contrapposizione cromatica netta fra il rivestimento scuro e le strisce curve in metallo inossidabile che si intrecciano sopra l’intera superficie.

Il rivestimento dell'edificio è composto da pannelli Prefa FX.12 (foto di Prefa/Croce)
Il rivestimento dell’edificio è composto da pannelli Prefa FX.12 (foto di Prefa/Croce)

Il rivestimento delle facciate è fissato su supporto di tavole in legno lamellare montate con un sistema a cassetti di spessore totale 40 centimetri, nella cui intercapedine è stato inserito un materiale isolante altamente performante. Questa soluzione tecnica da una parte dona un aspetto spettacolare all’edificio e dall’altra lo rende perfettamente sostenibile. Infatti il sistema isolante di facciata contribuisce all’ottimizzazione della prestazione termica dell’Atelier, concepito come Energy- plus-house.

Ai pannelli Prefa FX.12 sono sovrapposte fasce curvilinee chiare (foto di Prefa/Croce)
Ai pannelli Prefa FX.12 sono sovrapposte fasce curvilinee chiare (foto di Prefa/Croce)

«L’edificio è il simbolo della nostra precisione. Forte come una roccia, quadrato, solido e scuro. – Dichiara Xavier Fromont.- Il pannello Prefa FX.12 nella colorazione nero opaco, ha saputo rispondere perfettamente a questa nostra ricerca, rispecchiando nella sua complessità perfettamente questi concetti».

Particolare delle superfici irregolari dei pannelli in acciaio scuro (foto di Prefa/Croce)
Particolare delle superfici irregolari dei pannelli in acciaio scuro (foto di Prefa/Croce)

Il processo di produzione dei pannelli assicura l’unicità di ogni pezzo di FX.12: lo stampo infatti non si ripete, e quindi anche su grandi superfici si ottiene sempre un effetto irregolare e unico, con risultati davvero suggestivi e sempre da scoprire. Oltre alla funzione estetica, la bordatura soddisfa anche il livello funzionale: I pannelli vengono ulteriormente rinforzati, il che significa una maggiore resistenza a parità di spessore.

A prima vista, nell’Atelier de l’architecte, infatti, i pannelli FX.12 sono assolutamente lineari; eppure con la loro superficie irregolare, la struttura reticolare quasi impercettibile e la posa orizzontale e sfalsata, gli elementi si combinano in un design raffinato che realizza giochi di luci e riflessi.

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here