Tecnologia, natura, scultura e architettura a Singapore

La giuria del World Architecture Festival (Waf) di Singapore, la cui quinta edizione si è conclusa venerdì 5 ottobre, ha premiato quest’anno il progetto “City in a Garden”, nato dalla collaborazione di Grant Associates, Guastafson Porter, Atelier One e Atelier Ten.

City in a Garden

Il progetto vincitore consiste in una successione di tre giardini botanici che costeggiano la baia di Singapore, per una superficie complessiva di oltre 100 ettari, al cui interno si fondono tecnologia, natura e scultura, oltre all’architettura delle grandi serre in vetro e acciaio.

Kallang River Bishan Park

Oltre a “City in a Garden” è stato premiato anche il “Kallang River Bishan Park” come miglior Progetto Paesaggistico: pensato dallo studio Atelier Dreiseitl, il progetto migliora la capacità del fiume Kallang, che da canale di cemento diventa un fiume naturalizzato che scorre tra una serie di spazi collettivi basati sul concetto della pianura alluvionale: un corso d’acqua che si restringe durante la stagione asciutta per aumentare la sua portata con l’aumentare delle precipitazioni, quanto tutta la zona circostante verrà utilizzata come piana alluvionale per contenere e assorbire naturalmente l’acqua piovana.

Mushereib

Infine, per la categoria Progetto del Futuro è stato scelto  “Mushereib”, dello studio Allies and Morrison: un masterplan per il centro di Doha, Quatar, basato sull’idea di città compatta, pensato con l’intento di favorire la mixité sociale e l’interazione attraverso la realizzazione di residenze per diverse categorie di utenza, luoghi pubblici collettivi e spazi pedonali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here